Venerdi, 15 dicembre 2017 ore 20:49  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
CRONACA

Gli ambulanti lametini minacciano proteste in via Perugini per il mancato trasferimento del mercato del mercoledì

L'iter per una nuova graduatoria era però stato fatto partire a fine giugno

Gli-ambulanti-lametini-minacciano-proteste-in-via-Perugini-per-il-mancato-trasferimento-del-mercato-del-mercoled
Giovedì 10 Agosto 2017 - 21:23

«Sono mesi di profonda delusione quelli vissuti nei confronti dell’Amministrazione locale, che purtroppo per adesso non è riuscita ad andare oltre le parole» lamenta il Comitato venditori ambulanti Lamezia Terme sul mancato riordino del mercato cittadino del mercoledì in via Misiani, con l’utilizzo della zona “A” e della zona “B” al commercio ed alle singole attività, mentre la zona “C” dovrebbe divenire parcheggio, «dato che nello spazio in questione il numero di operatori economici è molto basso e potrebbero essere suddivisi nelle altre zone».
Il 28 giugno, a 4 mesi dalla mozione consiliare approvata in aula il 21 febbraio, veniva proprio rivista la collocazione degli ambulanti nelle zone “A” e “B” del mercato settimanale del mercoledi di Via Misiani/Canne (Nuova Area “G. Lucchino”), destinando la zona “C” a parcheggi.
Un iter che, dovendo passare attraverso nuova assegnazione di posti e pareri tecnici comunali, ha impiegato qualche mese, tempo che ha trovato anche le proteste degli stessi ambulanti nonostante già in consiglio comunale fosse emerso come i tempi non sarebbero stati celeri. Attualmente il mercato del mercoledì conta 98 operatori commerciali già concessionari di posteggio e titolari di autorizzazione amministrativa, di cui 79 appartenenti al settore non alimentare e 19 appartenenti al settore alimentare. La nuova graduatoria, e relativa collocazione degli ambulanti (si procederà a far effettuare la scelta per prima agli operatori del settore alimentare e poi a quelli del settore non alimentare), ha dato come criteri per il punteggio:
iscrizione al Registro delle Imprese fino alla data del 2016 corrispondente all'annualità conclusa (1 per ogni anno di iscrizione; per i soggetti iscritti nel 2016 si attribuisce un punteggio pari a 0,5 per quelli iscritti nel 2017 un punteggio pari a 0);
anzianità accumulata (1 per ogni anno cumulando anche quella raggiunta dal dante causa);
a parità di punteggio prevarrà la maggiore età anagrafica (il più anziano).
Entro 20 giorni, termine entro il quale si potrevano presentare osservazioni o contestazioni, la graduatoria da provvisoria sarebbe dovuta diventare definitiva.
Qualcosa non è andata però per il verso giusto, con i commercianti a sostenere che «dinanzi l’immobilismo perdurante, non possiamo non valutare la possibilità di dare vita ad una pacifica e civile protesta probabilmente dinanzi al Comune in via Perugini, meta dei nostri inutili incontri», anche se nessuna parola viene spesa per l'iter di fine giugno.
Gi.Ga.




ULTIMISSIME
LameziaInforma.it