Domenica, 24 settembre 2017 ore 23:14  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
SPORT

«Puntiamo a tornare nel giro di un paio d'anni dove si è fermata la precedente avventura biancoverde»

L'Asd Vigor Lamezia 1919 si presenta a pochi giorni dal primo impegno ufficiale, la gara di andata di Coppa Calabria domenica a Pianopoli

Puntiamo-a-tornare-nel-giro-di-un-paio-d-anni-dove-si-fermata-la-precedente-avventura-biancoverde
Giovedì 31 Agosto 2017 - 17:55

Di GIANLUCA GAMBARDELLA
A pochi giorni dal primo impegno ufficiale, la gara di andata di Coppa Calabria domenica a Pianopoli, l'Asd Vigor Lamezia 1919, la nuova società di Prima Categoria che ha acquisito il titolo dello Stalettì, si presenta nella sala stampa del “Guido D'Ippolito”.
Dalla precedente società biancoverde si confermano solo il segretario Nicola Vaccaro e la famiglia Crapella come gestione della struttura (anche i cartelloni con i precedenti sponsor son stati rimossi dalla sala stampa), e sull'eredità del passato si basa anche la prima discussione.
Massimo Amendola, direttore generale, ricorda il cammino tortuoso portato avanti fino ad ora: «ci presentiamo solo ora, dopo aver avuto tutti i passaggi e le conferme ufficiali da parte della Figc, ma non vuol dire che dietro non ci sia un progetto per tornare quanto prima a certi livelli calcistici. Il primo obiettivo è andare avanti il più possibile con le nostre forze, di certo il primo passo sarà fare una prima promozione per lasciare la Prima Categoria e tornare nel giro di un paio d'anni dove si è fermata la precedente avventura biancoverde».
Sulla nascita dell'altra Vigor in Terza Categoria il direttore generale non esprime giudizi di sorta: «è stata una scelta successiva alla nostra, ufficialmente noi però abbiamo dovuto aspettare la deroga della Figc che ha concesso a noi la possibilità di utilizzare questa denominazione solo recentemente. Come già detto avevamo cercato in precedenza anche di imbastire una trattativa con la precedente società, ma non c'erano state le condizioni economiche, quindi superate le altre scadenze ci siamo adeguati a quanto in nostra possibilità».
Alessandro Rettura, nuovo presidente societario, rimarca il rammarico di dover ripartire solo dalla Prima Categoria: «cercheremo di mettercela tutta, non sarà un cammino facile ma dopo anni tra Lega Pro e Serie D ora si inizia una nuova avventura, sopratutto per noi che passiamo dall'essere un gruppo di amici e tifosi ad essere dirigenti».
Con la presentazione anche della prima maglia (torna ad essere Royal lo sponsor tecnico), sugli aspetti tecnici si sofferma mister Leonardo Viterbo: «dalla precedente società non abbiamo potuto ereditare neanche un tesserato, abbiamo iniziato a costruire la squadra da inizio mese. In questo fase credo che abbiamo cercato di comporre la rosa con quanto di meglio c'era ancora sul mercato, ma nel giro di qualche giorno arriveranno altri 2 o 3 elementi per poter fare il salto di qualità».
Viterbo si affida così all'effetto revival: «abbiamo cercato giocatori di carattere, perché al di là del peso della maglia servirà quello per far tornare allo stadio il pubblico che giustamente ora potrebbe essere più che deluso». Si reputa che l'accoglienza dell'ambiente stia al momento crescendo, «ma l'entusiasmo crescerà solo con le vittorie», ricorda il tecnico, «la Vigor ha bisogno dei tifosi, ma come società nuova ha bisogno anche che venga infusa fiducia dopo che la precedente storia è giunta ad una fine. Ora servirà sicuramente partire dall'impegno negli allenamenti come prima cosa, poi la presenza dei propri tifosi servirà, specie in determinati campi in trasferta come fattore ambientale».
Si reputa che l'attuale rosa, composta da 18 giocatori (di cui 6 under), «ha almeno 6 o 7 giocatori di categoria superiore. Dalle informazioni che ho preso San Calogero e Mileto dovrebbero essere meglio attrezzate di noi al momento, abbiamo un gap da colmare oltre a dover ingaggiare un uomo per reparto di esperienza per poter fare un ulteriore step in avanti».
Per le gare ufficiali si è fatta domanda per la gestione e l'uso del “D'Ippolito”, protocollata però prima dell'avviso pubblicato ieri dal Comune, terreno di gioco in cui il 4 settembre alle 17.30 ci sarà uno stage per giocatori nati tra il 1998 ed il 2001.




ULTIMISSIME
Incendio magazzino ditta Illumilab
Domenica 24 Settembre 2017