Martedi, 21 novembre 2017 ore 23:56  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
ISTITUZIONE

Torna ad essere prevista in via Amendola l'area attrezzata per lo sgambamento ed addestramento cani

La gestione per 4 anni sarà affidata tramite bando pubblico

Torna-ad-essere-prevista-in-via-Amendola-l-area-attrezzata-per-lo-sgambamento-ed-addestramento-cani
Lunedì 11 Settembre 2017 - 9:11

Dopo essere stata gestita per diverso tempo da associazioni lametine, la giunta Mascaro torna a destinare l'ampia area verde (4.100 mq) accanto alle ormai inutilizzabili cupole geodetiche in via Amendola  ad area attrezzata per lo sgambamento ed addestramento cani.
Nella stessa delibera si fa presente che «la popolazione canina stimata di Lamezia Terme ammonta a circa 4000 cani (nella provincia di Catanzaro sono registrati all'anagrafe canina 21.664 cani) e che mancano sul territorio comunale spazi attrezzati per lo svago, lo sgambamento e l'addestramento di questi animali», nonostante questi dovessero essere istituiti anche nei parchi cittadini stante il regolamento per la salute degli animali.
Per la gestione quadriennale dell'area sarà emanato dal dirigente di settore  un bando pubblico, prevedendo il servizio integrativo di pulizia e manutenzione del verde esistente, cui potranno partecipare associazioni, cooperative, società, privati imprenditori, anche riunite/i in Associazione Temporanea di Scopo.
Ogni concorrente dovrà predisporre apposito progetto di gestione dell'area attrezzata dedicata allo sgambamento dei cani, includendo recinzione perimetrale, cestino porta rifiuti, ostacoli ed altre attrezzature per lo svago del cane, alberi ed arbusti, illuminazione notturna, non prevedere spese a carico del bilancio comunale.
Se ad agosto le associazioni Con Fido in Te e Braccobaldo si erano viste bocciate la proposta di manutenzione della stessa zona tramite l'avviso pubblico per la sponsorizzazione delle aree verdi, ora anche loro come altri soggetti interessati potranno candidarsi al bando, sempre che l'attuale trend di polemiche e non efficienza sui bandi pubblici di via Perugini trovi un'inversione di rotta.
Gi.Ga.




ULTIMISSIME