Giovedi, 19 ottobre 2017 ore 14:56  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
SPORT

Week end sportivo a porte aperte per le società lametine, ma anche una non pregevole figura per via Perugini

Alla comunicazione via mail non è seguita alcuna ordinanza del sindaco, che sarebbe l'atto vincolante necessario

Week-end-sportivo-a-porte-aperte-per-le-societ-lametine-ma-anche-una-non-pregevole-figura-per-via-Perugini
Sabato 07 Ottobre 2017 - 11:25

Dopo il pomeriggio scorso passato tra confronti e preoccupazioni, in serata sarebbe arrivato il via libera: week end sportivo a porte aperte per le società lametine, ma anche una non pregevole figura per l'organizzazione interna comunale.
In sintesi: un dipendente, per nome e conto di dirigente e funzionario di settore, ieri ha inviato una semplice mail a tutte le società sportive che gestiscono impianti comunali (senza specificare però quali fossero coinvolti, considerato anche che alcuni come il Palagatti al momento son chiusi al pubblico per lavori, ed il gestore giocherà il proprio campionato a Pianopoli), allargando poi la segnalazione anche ad altre strutture pubbliche, comunicando la richiesta di non aprire le porte al pubblico. Motivo la possibilità di mancanza di certificati antincendio richiesti da parte della Questura (i quali vengono rilasciati dalla commissione dei vigili del fuoco), con l'ufficio a decidere di provvedere non ad una verifica sul possesso, o necessità di possesso, quanto piuttosto una chiusura preventiva per evitare danni.
Tutto però di venerdì pomeriggio, senza avvisare nè assessore allo sport nè sindaco, entrambi così destinatari di richieste di chiarimenti ma anche lamentele da parte dei soggetti sportivi diretti interessati. Particolare non secondario, visto che la chiusura degli impianti dovrebbe avvenire con apposita ordinanza, la quale rimane competenza esclusiva del primo cittadino, ma a questa mattina Mascaro non ha firmato nessun atto né ieri dichiarava di avere contezza delle motivazioni che avrebbero dovuto portare a tale decisione. Legalmente, quindi, una semplice mail non ha valore di atto amministrativo valido.
Nè nella mail, infatti, né nella mattinata di ieri (in cui la dirigente Aiello, l'assessore Cicco, ed il sindaco Mascaro sono stati fisicamente nella stessa aula per i lavori del consiglio comunale) erano emersi problemi di questo tipo.
Porte aperte per gli stadi oggi e domani, quindi, verifiche sui certificati da effettuare ma una grande confusione interna ed esterna in via Perugini.
Gi.Ga.




ULTIMISSIME