Lunedi, 18 dicembre 2017 ore 09:59  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
CRONACA

Nel 2017 oltre 1900 interventi effettuati dai vigili del fuoco lametini

Tra la sede Nicastro e quella dell'aeroporto, con in aggiunta i volontari di Girifalco ed il prossimo nucleo di Martirano Lombardo

Nel-2017-oltre-1900-interventi-effettuati-dai-vigili-del-fuoco-lametini
Lunedì 04 Dicembre 2017 - 16:28

Ha avuto luogo oggi la celebrazione della Festività di Santa Barbara Patrona del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.
Alla cerimonia religiosa che ha avuto luogo alle ore 10,30 presso la Chiesa del Monte dei Morti, in Catanzaro, e che è stata officiata da Vincenzo Bertolone, Arcivescovo di Catanzaro-Squillace, hanno preso parte le massime Autorità Civili e Militari a partire dal Prefetto, Luisa Latella.
In questi ultimi 12 mesi, relativamente all’attività di soccorso tecnico urgente, risultano effettuati oltre 9200 interventi, registrando un incremento significativo di circa l’11% rispetto all’anno 2016 che già aveva fatto registrare il 22 % di interventi rispetto al 2015.
Circa il 50% degli interventi (oltre 4600) sono stati necessari a causa di incendi; in netta prevalenza (circa 2700) si è trattato incendi di bosco e simili, a testimonianza del fondamentale compito svolto dai Vigili del Fuoco per contrastare quella che è una vera piaga ambientale, sociale, economica e tecnica che detti incendi costituiscono per la Calabria e non solo.
In termini di carico di lavoro operativo insistente sulle diverse sedi territoriali del Comando Il 42% degli interventi (3845) è stato effettuato dalla sede centrale di Catanzaro,  il 21% (oltre 1900) dalla sede di “Nicastro”, l’11% (oltre 1000) dalla sede di Sellia Marina, il 12% (oltre 1100) dalla sede di Soverato, il 10% (946) dalla sede di Chiaravalle. 223 interventi, poi, (circa il 2,5%) sono stati espletati dal distaccamento volontario di Girifalco che ha fatto registrare una crescita notevolissima dell’attività rispetto agli ultimi anni.
E' stata avviata l’attività presso il Distaccamento Volontario di Taverna proprio in questa ultima parte dell’anno e dopo 10 anni dalla data in cui l’Amministrazione ne ha decretato la istituzione, e si potrà avviare a brevissimo l’attività anche presso la sede volontaria di Martirano Lombardo oltre che di potenziare il numero di autisti operanti presso il distaccamento di Girifalco, migliorandone l’operatività. 
Alcune attività operative sono state poi svolte dalla sede aeroportuale a garanzia della sicurezza dell’importante scalo lametino, nel rispetto delle specifiche disposizioni legislative e regolamentari.
La ripartizione per tipologia di detti interventi evidenzia che:

  • il 50% circa si sono resi necessari per incendio;
  • il 3 % circa  si sono resi necessari per incidenti stradali;
  • il 9% circa si sono resi necessari per dissesti statici o danni d’acqua;
  • l’1% circa si sono resi necessari a causa di falsi allarmi e/o comunque per azioni non più necessarie;
  • il 37% circa si sono resi necessari per esigenze varie quali a titolo di esempio: soccorso a persona, taglio di alberi pericolanti, aperture porte, soccorso ad animali.

A detto impegno si aggiungono le attività espletate sulle Aree di Cratere, nel Centro Italia, dove 56 unità hanno operato nei primi mesi dell’anno fino a cessate esigenze. Il Comando ha poi contribuito nelle prime fasi dell’evento a gestire le criticità indotte dal sisma che ha colpito l’isola di Ischia.
Ma senza dubbio il carico di lavoro più rilevante è stato quello svolto durante la stagione estiva ed indotto dai numerosissimi incendi che si sono manifestati in provincia. Nei mesi di giugno, luglio ed agosto sono stati svolti 3797 interventi ossia oltre il 40% degli interventi svolti nell’intero anno. Circa 40 interventi/giorno, taluni dei quali con durata temporale notevole e con azione operativa svolta in condizioni a dir poco proibitive.
La “qualità” dei servizi erogati non nasce dal caso ma è il frutto di una attività di organizzazione e qualificazione professionale continua. Proprio per questo nel corso di questi ultimi 12 mesi si è ancora investito in attività formativa ed addestrativa, in continuità con l’operato degli ultimi anni. L’impegno profuso in tali iniziative assomma a circa 3000 ore di lavoro.
Per quanto attiene alla “prevenzione incendi” è stata evidenziata una sostanziale capacità di risposta, sia per quanto attiene agli atti evasi in ragione di specifiche istanze ricevute, che per una azione di controllo mirata a ricondurre entro i canoni di legge le attività esistenti ed in esercizio pur non in regola con quanto previsto dalla vigente legislazione di settore:  764 sono i procedimenti “pervenuti”, sostanzialmente  in linea con l’anno precedente; 70 le iniziative di controllo intraprese a seguito di esposto documentato, 20 i controlli di tipo ispettivo posti in essere; 28 sono state le segnalazioni inoltrate all’Autorità Giudiziaria a seguito di accertate violazioni di misure di sicurezza sui luoghi di lavoro nonché a seguito di rilevate inadempienze in materia di prevenzione incendi acclarate durante lo svolgimento di attività ispettive.
A tali azioni si aggiungono 160 partecipazioni a Commissioni Tecniche, prevalentemente Commissioni di Vigilanza per i Locali di Pubblico Spettacolo nonché le attività di controllo esperite nell’ambito della gestione  dell’emergenza “migranti” coordinata dalla Prefettura di Catanzaro presso le strutture di accoglienza all’uopo individuate, con in più 245 servizi di vigilanza antincendio prevalentemente effettuati nei locali di pubblico spettacolo caratterizzati da maggiore complessità tecnica (circa 3000 ore di lavoro).
Sono stati raggiunti 1260 alunni della scuola primaria in 30 incontri tenuti presso istituti scolastici della provincia. Altri 1300 ragazzi sono poi stati coinvolti in 13 edizioni di “pompieropoli” organizzate ed attuate in diversi comuni della provincia e che hanno sempre riscosso grande  apprezzamento e suscitato entusiasmo e gioia.
Nella ricorrenza della festività di S. Barbara il Comandante provinciale, Maurizio Lucia, ha poi consegnato le benemerenze che l’Amministrazione ha attribuito alle unità che nel corso dell’anno sono state poste in quiescenza ed a quelle che hanno maturato 15 anni di lodevole servizio.
Gli insigniti sono:
Personale collocato a riposo al quale è concesso il Diploma di Lodevole Servizio
Capo Reparto Esperto Gregorio Iannone, Capo Reparto Esperto Luigi Reale, Capo Reparto Esperto Claudio Tremaliti, Capo Reparto Sergio Aquini, Capo Reparto Luigi Burgo, Capo Reparto Antonio La Croce,  Capo Reparto Antonio Gulli’, Capo Reparto Giuseppe Caserta,  Vigile Coordinatore Antonio Papaleo
Personale in servizio al quale è concessa la Croce di Anzianità
Vigile Esperto Franco Cefala’, Vigile Esperto Domenico Cristarella, Vigile Esperto Rinaldo Rizzo, Vigile Esperto Vincenzo Scorza, Vigile Del Fuoco Saverio Aloi, Vigile Del Fuoco Graziano Garito, Vigile Del Fuoco Mario Ventura, Vigile Del Fuoco Vincenzo Vono,
Operatore Professionale Isabella Cannistra’, Operatore Professionale Anna Curcio, Operatore Professionale Giuseppe Nicolazzo, Operatore Professionale Vincenzo Rosano’, Operatore Professionale Fedora Saraceno
Vigile Volontario Giovanni Maurizio Borgia, Vigile Volontario Giuseppe Cantaffa, Vigile Volontario Luca Chiera, Vigile Volontario Vincenzo Lucia, Vigile Volontario Vito Montuoro, Vigile Volontario Cristian Rubino, Vigile Volontario Ugo Zaccone, Vigile Volontario Francesco Zangari.




ULTIMISSIME
LameziaInforma.it