Lunedi, 18 giugno 2018 ore 15:20  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

Slitta da giugno a settembre l'avvio della raccolta differenziata porta a porta nella zona di Capizzaglie

Meno di 2 mesi e mezzo fa il periodo di settembre – ottobre sarebbe dovuto essere però l'avvio della raccolta porta a porta nelle ultime zone non servite

Slitta-da-giugno-a-settembre-l-avvio-della-raccolta-differenziata-porta-a-porta-nella-zona-di-Capizzaglie
Lunedì 11 Giugno 2018 - 17:0

A settembre la raccolta differenziata “porta a porta” verrà estesa anche nella Zona 3, ovvero il quartiere Capizzaglie, che secondo il cronoprogamma deliberato dalla terna commissariale a fine marzo sarebbe dovuta però essere già da mesi essere preparata con avvio della raccolta domiciliare inizialmente fissata proprio a giugno.
Il presidente dell'associazione di quartiere, Oscar Branca, dopo aver protestato venerdì con alcuni cittadini questa mattina incontrando la dirigente dell’ufficio ambiente del comune di Lamezia Terme, Ansora Porcaro, reputa che «sembrerebbe finalmente la partenza vera, concreta di una raccolta differenziata Porta a Porta a Lamezia Sud, ecco le vie interessate Via G. Amendola, Dei Brutii ,Dei Carolingi, Celti, Corsi, Cortese, Etruschi, Fenici , S. Foderaro , Frentani, Irpini, Latini, Magna Grecia, Morgeti, Petruzza , Romani, Gabelli, Gannini, Siculi, Umbri, Dei Bizantini ( dal 22 al 122). L’avvio avverrà con un’informativa  preliminare da parte della Lamezia Multiservizi, spariranno pertanto, dopo un periodo transitorio di convivenza vecchio-nuovo sistema, i cassonetti nelle sedi stradali, dove rimarranno solamente quelli della raccolta degli olii e dei vestiari».
La nuova road map illustrata prevede «i mesi di luglio e agosto quanto riguarda la fase di sensibilizzazione/informazione e quella della fornitura del kit, mentre l’implementazione vera e propria del nuovo servizio dovrebbe realizzarsi entro il mese di settembre. La novità, così come appare, non può che trovarci d’accordo costituendo la condizione preliminare per ridurre sprechi recuperando materie prime, limitare al minimo i conferimenti in discarica, scongiurare la costruzione di inceneritori/termovalorizzatori che un indirizzo UE vuole chiusi (assieme alle discariche) entro il 2020, e per futuro “rifiuti zero”».
Meno di 2 mesi e mezzo fa il periodo di settembre – ottobre sarebbe dovuto essere però l'avvio della raccolta porta a porta nelle ultime zone non servite, né alcuna comunicazione continua a pervenire dalla Lamezia Multiservizi in merito al piano di azione da mettere in atto.




ULTIMISSIME