Quantcast

Per le feste patronali l’amministrazione comunale raccoglie in 72 ore proposte di eventi

Budget totale di 10.000 euro ma tempi e modalità inconsuete per l'avviso pubblico

Più informazioni su


    di GIANLUCA GAMBARDELLA
    Ad una settimana dall’inizio dei festeggiamenti in onore di Sant’Antonio, e quasi stesso periodo dopo quelli già avvenuti in onore di  San Francesco di Paola (l’1 giugno in Piazza 5 Dicembre si sono esibiti gli Zero Assoluto, concerto avvenuto grazie al contributo del locale comitato organizzativo), l’amministrazione comunale lametina indice l’avviso pubblico per recepire proposte per l’animazione delle feste patronali.
    Nella somma massima di 10.000 euro vengono così compresi gli spettacoli in occasione della festa di Sant’Antonio da Padova (3.000 euro), San Pietro e Paolo (4.000), San Francesco di Paola (1.500 euro sia per i festeggiamenti a Sambiase che per quelli a Sant’Eufemia).
    Nell’avviso pubblico così non compare lo spettacolo già avvenuto a Sambiare, ma le altre tre festività, prevedendo anche «eventi di musica e spettacolo da realizzare sul palco di Corso Numistrano nel mese di giugno, con esclusione dei giorni per i quali è previsto lo svolgimento di manifestazioni o eventi organizzati/patrocinati dal Comune di Lamezia Terme, per i quali è prevista, a titolo di contributo, la messa a disposizione gratuita del palco, significando che tutti i costi necessari alla realizzazione saranno a totale carico dei soggetti organizzatori», ed anche «l’esposizione di opere d’arte (pittura, scultura, ecc.) e di mostre fotografiche, nei giorni 22, 23 e 24 giugno, presso Palazzo Nicotera significando che tutti i costi necessari alla realizzazione saranno a totale carico dei soggetti organizzatori».
    L’avviso si conferma “last minute” ed anomalo anche nei termini di presentazione delle domande, fissati in mezzogiorno di giovedì (ovvero qualche ora dopo l’inizio delle operazioni di montaggio del palco su Corso Numistrano), le quali potranno essere presentate solo tramite i modelli offerti online ma in modo analogico: non previsto l’invio via Pec, ma solo tramite plico stampato e consegnato al protocollo di Via Perugini.
    Se per partecipare al bando ci saranno così 72 ore dalla pubblicazione dello stesso, la liquidazione del contributo per la realizzazione delle manifestazioni avverrà – previo accertamento del corretto svolgimento delle attività previste, valutate ed approvate preventivamente dall’Amministrazione Comunale – in seguito a presentazione di idonea rendicontazione entro 60 giorni dalla data dell’evento.
    Sarà poi una commissione presieduta dalla dirigente del Settore Promozione del Territorio a valutare le proposte arrivate, per una procedura che per tempi stretti potrebbe somigliare molto ad un affidamento diretto a stretto giro dall’effettivo svolgimento di Sant’Antonio.

    Più informazioni su