Quantcast

La tradizione di salumi calabresi, un vanto da esportazione

Pubbliredazionale

Più informazioni su


    Pubbliredazionale

     

    La tradizione di salumi calabresi è un vero vanto della produzione enogastronomica italiana che oggi si esporta in tutto il mondo. Non è un caso se la Calabria nel 2018 ha visto una crescita esponenziale delle esportazioni, con un balzo in avanti pari al 36%. Questi dati fanno ben sperare anche per la chiusura del 2019 che, dopo lo sprint avviato da Black Friday e feste natalizie dovrebbe comportare un trend e dei risultati piuttosto positivi.

    La Calabria che tutto il mondo vuole portare a tavola

    La Regione è impegnata in piccoli progetti di sostegno alle attività locali per migliorare la protezione del patrimonio enogastronomico e per mettere le aziende in condizione di incassare maggiori profitti. Questo sostegno giunge assieme al fenomeno della stabilizzazione del commercio elettronico che grazie all’entrata in vigore di norme a tutela dei consumatori molto stringenti ha avviato un’era molto positiva anche sotto questo aspetto. Difatti il boom delle vendite online non si registra solamente nei settori food e wine ma ha interamente investito tutte le categorie merceologiche, provocando benefici anche e soprattutto sulle vendite di prodotti calabresi tipici all’estero. Sull’ondata di questo sprint del mercato e in coincidenza con le feste natalizie, quindi, le proiezioni di chiusura del 2019 sulle vendite dei prodotti calabresi si configura piuttosto positiva.

    Cosa offre la salumeria calabrese?

    Tra i prodotti di salumeria a denominazione protetta trovi il Capocollo e la Soppressata. Sono entrambi salumi calabresi in vendita online e sono realizzati a base di carne di maiale. Questa viene finemente lavorata con pepe, spezie e sale per l’ottenimento del sapore ideale. La soppressata passa attraverso una lavorazione a punta di coltello delle carni magre e grasse del maiale per poi essere messa ad asciugare sotto pressa per un periodo di tempo di stagionatura. Il Capocollo, invece, consiste in un salume che viene fatto stagionare sotto una pressa di pepe e spezie che rendono il bordo croccante e saporito mentre le carni raggiungono un colore rosso vivido. Questi due salumi sono eccezionali anche perché, a differenza della quasi totalità di quelli che trovi nei supermercati, non contengono conservanti artificiali. Difatti sono in grado di conservarsi proprio grazie alla presenza di sale, pepe e peperoncino senza rendere necessaria l’aggiunta di ingredienti poco raccomandati, come i conservanti della carne messi al bando dall’Unione Europea.

    Ecco perché scegliere prodotti di salumeria calabrese

    Questo lo si deve anche e soprattutto al mantenimento delle tradizioni così com’erano in origine e per cui la Calabria continua a produrre le sue specialità seguendo metodi originari e tecniche di lavorazione antiche che non prevedono l’utilizzo di composti chimici o l’intervento di macchinari industriali. In questo modo la produzione calabrese può vantare cibi e alimenti al 100% sani e naturali il cui sapore lascia il palato sempre soddisfatto ed inebriato. Anche questo è un buon motivo per scegliere prodotti della tradizione calabrese, soprattutto in occasione delle feste natalizie con le quali portare a tavola solo i migliori sapori in circolazione sul mercato senza spendere necessariamente una fortuna.

    Più informazioni su