Quantcast

Nuove direttore artistico per Trame che torna dall’1 al 5 settembre, pandemia permettendo

Manca ancora il programma degli ospiti, già certo un adattamento di alcuni passaggi dell'Inferno di Dante

Più informazioni su

Cambia il direttore artistico, non si sa il resto per Trame, che dopo l’edizione online dello scorso anno deve ancora tenere conto della pandemia nel 2021.

Giovanni Tizian elogia la manifestazione, auspicando «ripresa e normalità» per il periodo scelto, 1-5 settembre, senza però ancora un programma definitivo da annunciare ma ponendo come “resistere” verbo della ripartenza «poiché valida contro la criminalità, nella lotta per il bene comune, seguendo il percorso già iniziato ieri con la commemorazione di Tramonte e Cristiano, chiedendo verità e giustizia per tutte le vittime innocenti».

Se negli anni passati il parterre degli ospiti ha visto più volte confermati alcuni nomi, il direttore artistico ammette che «sarà un’edizione più ridotta, l’importante sarà esserci anche con meno appuntamenti ma sempre in presenza», ed intanto dalla conferenza stampa di presentazione a Civico Trame si lancia la promozione degli abbonamenti a prezzi più convenienti per il quotidiano Domani, con cui lo stesso Tizian lavora, con laboratori di giornalismo con professionisti della testata «per rimettere un faro sulla Calabria a livello nazionale» perché «la conoscenza rende liberi, i cittadini hanno la necessità di capire il potere criminale per potersene liberare».

Trame farà parte del circuito dei 43 appuntamenti nazionali che celebreranno Dante, con un riadattamento dell’ex direttore Savatteri di alcuni passaggi dell’Inferno, ed ha in divenire una rete tra librerie calabresi per promuovere la lettura di tale genere di testi.

«L’Ala, insieme ad altre 3 associazioni antiracket calabresi – annuncia tramite Maria Teresa Morano – avrà un finanziamento per aprire in Civico Trame uno sportello di assistenza per le vittime di racket».

Nonostante la pandemia che ha condizionato e limitato la scorsa edizione in una serie di collegamenti online, dall’avviso per “l’attribuzione del marchio regionale dei grandi eventi calabresi e per la concessione di un sostegno economico annualità 2020″ la Fondazione Trame ha ottenuto 110.000 euro, la stessa per “Tramextra festival dei libri sulle mafie” altri 50.000 euro dall’avviso pubblico emanato ad agosto per la selezione e il finanziamento di Interventi per la promozione e la produzione culturale – Anno 2020.

Più informazioni su