Quantcast

Il 24 luglio posizionamento della pittoscultura in ferro zincato e verniciata realizzata da Renzo Eusebi

L'opera sarà collocata tra Piazza Bovio e Piazza Mercato Vecchio

Più informazioni su

Sabato 24 luglio alle 18.30 verrà posizionata in uno spazio tra Piazza Bovio e Piazza Mercato Vecchio a Lamezia Terme una pittoscultura in ferro zincato e verniciata, realizzata dall’artista neoplasticista Renzo Eusebi, nato a Montalto Marche, in provincia di Ascoli Piceno il 18 aprile 1946.

Da giorni la base è stata già predisposta, con anche “segnaletica orizzontale rossa” non tradizionale per le indicazioni.

Il titolo dell’opera è “Cromoformesuonoverticalizzazioni in ferro n. 1”, una pittoscultura in ferro zincato, verniciata, con misure di 4,14 m di altezza, per 60x60cm e ulteriori misure varie, irregolari. La pittoscultura in ferro, zincato, policromatica, si ergerà su un piedistallo in cemento armato è verrà bullonata sul un pilastro per esaltare la cromoformasuonoverticalizzazione dei molteplici elementi in ferro verniciati, che Eusebi ha progettato da sé nel suo atelier, per essere poi realizzati dai suoi aiutanti di bottega.

Nella presentazione dell’opera si rimarca come “i multiformi elementi in ferro zincocromoformalizzanti sono accostati gli uni agli altri in gruppi differenti, dando origine, pertanto, in un soggetto psichico, che si ritrova con il suo spirito e il suo corpo di immanentizzazione terrena a sostare nei medesimi spazi ontologici accoglienti l’opera anzidetta, all’ontoconcretizzazione di alcune idee comprendenti delle nozioni teoretiche che possono essere riconducibili al senso di meraviglia scaturito dalla presenza di tale scultura la quale emana un’energia psichica metasudditante, extraverticalizzante, identificabile con quella di Dio o altro di simile. Queste nozioni teoretiche razionalizzano, perciò, sinergicamente, l’ordine ontologico di ogni ente, in particolar modo di questa imponente opera che dominerà incontrastata, con il suo peso specifico e il suo potente impatto volumetrico, Piazza Carlo Bovio, nel comune di Lamezia Terme”.

Ed ancora si spiega che “le piastre sono state fissate mediante un sistema di rivettatura, nonché tagliate, zincate e verniciate singolarmente allo scopo di definire la cromosuonoformalizzazione della extraverticalizzazione geometrimatematematicizzante che contraddistingue la scultura. Ogni piastra in ferro ontoconcretizza, intrinsecamente, un suono, il quale intersecando gli altri suoni custoditi nelle piastre medesime, dà luogo alla celebrazione dell’immanentizzazione del Supremo Suono Ancestrale, che s’incarna in questa opera maestosa, la quale contribuisce a mettere in contatto ogni soggetto psichico che la osserva con il suo Creatore e le infinite energie misteriose, percepibili unicamente dagli spiriti più risoluti e tranquilli”.

L’ amministrazione comunale di Lamezia Terme ringrazia “il maestro Renzo Eusebi per questo gesto d’ amore, nonche’ i mecenati, galleristi, Giovanna Adamo e Adele Paola e i Mecenati e Critici d’ arte Jean-François Bachis-Pugliese e Mery Rose Florio” .

Dopo l’ inaugurazione della pittoscultura si terrà per una settimana la mostra personale con altre opere di Renzo Eusebi nel complesso monumentale del Chiostro di S.Domenico, sede del Museo Archeologico di Lamezia Terme

Più informazioni su