Quantcast

Donne di Calabria, Mario Vitale ha curato la sceneggiatura e regia dell’episodio su Adele Cambria

Anele e Fondazione Calabria Film Commission presentanouna docu-serie, prossimamente in onda sul canale Rai in inglese, in 6 puntate da 50 minuti.

Più informazioni su

Anele e Fondazione Calabria Film Commission presentano “Donne di Calabria”, una docu-serie, prossimamente in onda sul canale Rai in inglese, in 6 puntate da 50 minuti. Una narrazione al femminile legata al territorio, quello della Calabria, che porta sullo schermo le storie di 6 donne calabresi raccontate da 6 attrici italiane del panorama contemporaneo. Storie di donne esemplari, avventurose ed eroiche, non troppo conosciute al grande pubblico, ma accomunate da un forte segno di modernità.

Eleonora Giovanardi, Rocìo Muñoz Morales, Camilla Tagliaferri, Margareth Madè, Tea Falco e Marianna Fontana sono le 6 attrici che sono state scelte per raccontare le sei eccellenze femminili nate e cresciute in Calabria: la giornalista Adele Cambria, la sindaca Rita Pisano, la contadina vittima della lotta al latifondo Giuditta Levato, la prima donna calabrese a entrare in Parlamento Jole Giugni Lattari, la prima Sindaca donna in Italia Caterina Tufarelli Palumbo e la giornalista e scrittrice Clelia Romano Pellicano.

Sei donne molto diverse tra loro, caparbie, intraprendenti, coraggiose, che possono essere simbolo e stimolo per le generazioni attuali e future. Donne, madri, mogli, che si sono caricate sulle spalle i problemi della propria famiglia, che hanno combattuto per migliorare le condizioni della propria terra e che, slegandosi dai dogmi vigenti, hanno raggiunto l’autodeterminazione della propria posizione sociale.

A fare da sfondo al racconto i luoghi della Calabria in cui le sei protagoniste hanno vissuto, per restituire un cammino ricco di incontri, familiari, amici, persone che a vario titolo le hanno conosciute e che hanno dato il loro prezioso contributo per ricostruirne la vita, il lavoro, le difficoltà e i successi. Nel progetto sono stati coinvolti autori, registi e professionisti calabresi e ogni storia permette anche di conoscere zone diverse della Calabria: Reggio Calabria e il suo mare, Cosenza, il lago Arvo, il Parco Nazionale della Sila, Crotone con il parco Archeologico di Capo Colonna, Gioiosa Ionica e Castrovillari.

Giovanni Minoli con questa produzione inizia l’innovativo progetto di gestione della Fondazione Calabria Film Commission che, oltre a finanziare i progetti, diventa produttore in proprio. “Donne di Calabria” è il primo progetto audiovisivo che vede coinvolta una Film Commission come co-produttore e sarà uno dei primi programmi trasmessi dal nuovo canale Rai in lingua inglese.

Il lametino Mario Vitale ha curato la sceneggiatura e regia dell’episodio su Adele Cambria, raccontata da Eleonora Giovanardi

Esordisce come giornalista nel 1956 scrivendo sul quotidiano Il Giorno, anche se vanta numerose collaborazioni con: Paese Sera, La Stampa, Il Messaggero, L’Espresso, L’Europeo, Il Diario della settimana, Il Domani della Calabria, L’Unità, Effe, Noi donne. Non meno importante la sua collaborazione con la Rai e la conduzione di una rubrica, a partire dal 2011, nella trasmissione “Le invasioni barbariche” su La7.

Insieme a Camilla Cederna e Oriana Fallaci, è stata una figura centrale nella cultura italiana pre e post Sessantotto, oltre che sostenitrice del movimento femminista sin dai suoi albori. Da sempre vicina alla sinistra progressista e al Partito radicale di Marco Pannella, oltre alle collaborazioni con giornali e riviste, ha pubblicato diversi libri di narrativa e/o destinati al teatro ed è stata, insieme a Dacia Maraini, fra le fondatrici del Teatro La Maddalena di Roma. Amica di Pier Paolo Pasolini, è stata anche attrice in alcuni suoi film. Dopo aver conseguito la maturità classica, si è laureata in giurisprudenza all’Università degli Studi di Messina, per poi trasferirsi definitivamente a Roma.

Più informazioni su