Quantcast

Concluso a Lamezia il primo ciclo di incontri sul volume “Ombre a Mezzogiorno” foto

Cercando di individuare gli elementi che rendono la Calabria “diversa” da altre regioni d’Italia e persino da alcune terre del Sud

Più informazioni su

Con le presentazioni all’Uniter-Università della Terza Età e del Tempo Libero, e nella sede della GrafichÉditore si è concluso a Lamezia il primo ciclo di incontri sul volume “Ombre a Mezzogiorno”. A moderare i lavori sono stati rispettivamente Gianmarco Cimino e Nella Fragale nell’ambito del programma Il Maggio dei Libri 2022.

Due argomenti hanno dominato le due manifestazioni: diversità e responsabilità. Cercando di individuare gli elementi che rendono la Calabria “diversa” da altre regioni d’Italia e persino da alcune terre del Sud; e poi, rispetto agli elementi che hanno determinato la diversità – cioè fatti storici ed eventi estremi e disastrosi – si è discusso sulla domanda: «Il cittadino calabrese ha avuto un atteggiamento passivo?».

Intorno a questi temi si sviluppa l’ultima fatica di Armando Orlando, decimo volume della Collana editoriale “I Libri del Mediterraneo” promossa dalle associazioni “Amici della Musica” di San Mango d’Aquino e “Valle del Savuto” di Piano Lago, Mangone.

Il libro – composto da 207 pagine e stampato a marzo 2022 – contiene 249 note a piè pagina. Ciò significa che Orlando ha utilizzato i lavori di un centinaio di autori che hanno pubblicato opere sull’argomento, e nel riproporre le loro opinioni lo scrittore ha inteso fornire al lettore un concorso di conoscenza e di saperi per meglio riconoscere e comprendere le luci e le ombre che s’incontrano nelle vicende narrate.

Tra questi autori, si segnala la presenza di politici e studiosi che hanno seguito la questione meridionale, da Ciccotti, Nitti, Salvemini a don Sturzo, Dorso, Gramsci, Amendola, Saraceno, Cingari fino a comprendere Beniamino Andreatta, giunto in Calabria per dar vita all’Università di Arcavacata.

Armando Orlando è autore di numerosi studi sul Mezzogiorno. Ha aperto due collane della Rubbettino di Soveria Mannelli e ha collaborato con periodici italiani ed esteri. Per la rivista Calabria Letteraria fondata da Emilio Frangella nel 1952 ha scritto in cinquanta articoli una Storia della Calabria dalle origini al Settecento.

Più informazioni su