Quantcast

Questo pomeriggio presentazione del volume “Pupara sono” nel seminario vescovile

Per rendere la presentazione del libro anche un’occasione di divulgazione dell'opera di Jolanda Insana è stato realizzato un opuscolo con una selezione di testi poetici

Più informazioni su

Il volume “Pupara sono”, curato da Gianfranco Ferraro e Giuseppe Lo Castro per i tipi di Falco Editore, sarà presentato oggi alle 18 nella sala conferenze del Seminario Vescovile.

Sarà Lo Castro, professore di Letteratura Italiana presso l’Università della Calabria, a dialogare con Pasqualino Bongiovanni sull’opera di Jolanda Insana, tra le personalità più carismatiche e complesse del recente panorama poetico italiano.

La lettura dei componimenti poetici verrà accompagnata dalla proiezione di filmati che rendano anche la teatralità di una poetessa che è stata parte attiva dei più autentici contesti artistici del Novecento.

La rassegna letteraria del Comune di Lamezia Terme, curata in collaborazione con il poeta Pasqualino Bongiovanni, continua a suggerire itinerari di lettura che mettano al centro dell’attenzione sempre e solo la parola. Per rendere la presentazione del libro anche un’occasione di divulgazione dell’opera di Jolanda Insana, è stato realizzato un opuscolo con una selezione di testi poetici stampato grazie al contributo di Unipegaso, sponsor della rassegna, e che verrà distribuito ai partecipanti alla manifestazione.

Prosegue anche la collaborazione con l’ITE “Valentino de Fazio”, che cura la redazione e la stampa dei pieghevoli che verranno distribuiti in sala, e con il Liceo Musicale “Tommaso Campanella”: le chitarriste Gaia Mazzei e Marika Lucia si esibiranno in apertura e chiusura di serata.

«La principale finalità della rassegna, curata dalla Presidenza del Consiglio Comunale e dall’Assessorato alla Cultura, è incontrarsi per confrontarsi e riflettere assieme. I libri sono maestri muti – dichiara il Presidente del Consiglio Comunale, Giancarlo Nicotera – che ci aiutano ad aprire nuove finestre sul mondo, ad avere nuove conoscenze, ad incontrare altre persone, altri pensieri, altre idee, altre emozioni. Se alla lettura si associa la possibilità di dialogare con gli autori degli scritti, allora davvero si crea una sorta di osmosi che diventa vero lievito per la crescita sociale, umana e culturale di tutti, nessuno escluso».

Più informazioni su