Quantcast

La compagnia a Regola d’Arte al “Gran Premio Nazionale del Teatro Amatoriale” della Fita

Sui palcoscenici del Teatro Comunale Vittorio Veneto e del Parco del Castello di Colleferro “L’Otello, l'ultimo bacio” di Fabrizio Voghera

Più informazioni su

    La Calabria protagonista del “Gran Premio Nazionale del Teatro Amatoriale” della Fita (Federazione Italiana Teatro Amatori), organizzato sui palcoscenici del Teatro Comunale Vittorio Veneto e del Parco del Castello di Colleferro.

    L’iniziativa promossa da Fita Nazionale, per il teatro calabrese ha visto la partecipazione, lo scorso 29 maggio, della compagnia a Regola d’Arte di Lamezia Terme, con la direzione di Tiziana De Matteo.

    Il Gran Premio Nazionale del Teatro Amatoriale rappresenta una straordinaria festa dell’arte scenica, durante la quale 11 compagnie, vincitrici nelle selezioni di altrettante regioni, si incontrano nel segno della passione artistica se pur tutti con lo sguardo proiettato all’ambito trofeo della Federazione Italiana Teatro Amatori.

    La compagnia calabrese vincitrice era stata selezionata durante la sesta edizione del Premio “Bronzi di Riace”, organizzato nella cornice del teatro comunale lametino Grandinetti dalla Fita- Comitato Regionale Calabria, con il supporto dell’associazione I Vacantusi, ed il patrocinio del Comune di Lamezia Terme.

    La compagnia A regola D’Arte per la regione Calabria ha portato in scena “L’Otello, l’ultimo bacio” di Fabrizio Voghera che ha proiettato sul palcoscenico, in una perfetta compenetrazione di musica e recitazione, il dramma della gelosia nel contesto reale in cui viviamo. Otello e Desdemona sono sì i protagonisti dell’opera, ma possono essere contestualizzati nella nostra realtà, proiettandone il dramma della cieca gelosia, in una delle purtroppo sempre più consuete notizie, che riempiono la cronaca nera dei nostri giorni.

    Un teatro amatoriale, dunque, che diviene attraverso la forza della cultura e l’intensità della produzione letteraria, uno strumento di comunicazione umana e sociale, e che ha portato a Colleferro, una Calabria dinamica e terra di stimolo artistico.

    Soddisfazione arriva dalla direttrice della compagnia lametina Tiziana de Matteo che ha, con emozione, sottolineato come grande sia stato l’onore di rappresentare la vivacità teatrale di Fita Calabria, dedicando a tutte le compagnie, espressione tutte di grande impegno e professionalità, questo importante momento.

    Ad esprimere il proprio pensiero, anche i rappresentanti Fita Calabria e Fita nazionale, Consolato Latella e Giuseppe Minniti, che hanno evidenziato come questo Gran Premio segni non soltanto un mero riconoscimento, quanto un segnale di forte coesione a livello locale e nazionale di numerose compagnie, nonché un plauso per la costanza e determinazione nel portare avanti, con passione, se pur in un periodo di forti criticità, l’arte teatrale amatoriale, che si coniuga sempre più incisivamente, con professionalità di contenuti, messa in scena, valenza sociale.

    Più informazioni su