Al Civico Trame in scena “Bianca come la neve”

Ultimo spettacolo del Festival Suddivisioni a cura di Teatrop

Più informazioni su

“Bianca come la neve”, in scena gli attori della compagnia teatrale Effimero meraviglioso. Lo spettacolo è in programma per domani, 16 luglio alle 18, al Civico Trame di via Degli Oleandri. Si tratta dell’ultima rappresentazione inserita nel ricco cartellone del Festival Suddivisioni che ha animato i palcoscenici di tre regioni del Sud Italia: Calabria, Puglia e Sicilia.

A Lamezia “Suddivisioni” è stato curato dalla storica compagnia teatrale di Teatrop di cui è direttore artistico Pierpaolo Bonaccurso. Nelle altre regioni, il progetto del festival ha coinvolto anche le compagnie Molino D’Arte e La Casa Di Creta. Suddivisioni, che ha ottenuto grande riscontro di pubblico e di critica, ha voluto essere punto di riferimento culturale per le comunità ospitanti. Un’occasione di scambio, di socializzazione e di formazione. Gli ideatori e promotori del festival hanno inteso creare una rete che diventasse un circuito di distribuzione a sostegno delle compagnie teatrali, specializzate nella produzione di spettacoli destinati soprattutto ad un pubblico giovane. Suddivisioni, oltre che da performance attoriali, è stato caratterizzato da laboratori per i più piccoli e per le famiglie, al fine di sviluppare nuove forme espressive nell’ottica di una crescita socio-culturale pienamente condivisa.

“Bianca come la neve” è uno spettacolo tratto dalla famosissima fiaba dei fratelli Grimm; una pièce in cui si studiano le varie forme del teatro per ragazzi. In scena due attori che, di volta in volta, danno vita ai vari personaggi e utilizzano le varie forme espressive: dalla grande figura, al burattino, alle ombre, alla maschera, in uno spazio scenico che diventa una sorta di baraccone delle meraviglie di gusto da commedia dell’arte. Così con invenzioni sceniche che sorprendono lo spettatore, incursioni improvvise e inaspettate o con la figura del cacciatore un po’ ingenuo, un po’ cialtrone ma divertente e in fondo di buon cuore, si assiste ad uno spettacolo molto dinamico, a volte pirotecnico, in cui i due attori non hanno tregua per dar vita ai tanti personaggi che animano la storia.

Più informazioni su