‘Ndrangheta e sette nel libro del magistrato Marcello Vitale che sarà presentato giovedì a Lamezia Terme

Ad accompagnarlo nella presentazione i giornalisti Tiziana Bagnato e Gianfranco Manfredi, a seguire il reading di Savina Scaramuzzino.

Più informazioni su

Un legal thriller per penetrare con l’ardire della prosa e la penna e i tecnicismi del Procuratore tra omicidi, dinamiche di ‘ndrangheta, misteriose sette attinte nei meandri dei social e temi attuali da decenni, mai sopiti. Marcello Vitale, Presidente Aggiunto Onorario della Corte di Cassazione (già Presidente della Prima Sezione Penale della Corte di Appello di Roma) fa tappa con il tour di presentazione de “La Bolgia dei dannati”, edizioni Cairo, sua ultima opera, a Lamezia Terme.

Giovedì 4 agosto il romanzo, che segue ad altri, verrà presentato nel residence La Marinella approdando così a Lamezia, città natale del magistrato. Ad accompagnarlo nella presentazione i giornalisti Tiziana Bagnato e Gianfranco Manfredi, a seguire il reading di Savina Scaramuzzino. La serata sarà occasione per andare oltre le maglie del libro e affrontare quell’ampio spettro di questioni che da un lato riguardano la magistratura, dall’altro il Sud con le sue piaghe.

Vitale trasferitosi, agli inizi della sua carriera di magistrato a Torino, ha lì svolto per circa un quinquennio (dagli anni “difficili” della “contestazione studentesca” agli albori del “terrorismo”) le funzioni di sostituto Procuratore della Repubblica. Rientrato in Calabria ha nel tempo ricoperto numerosi incarichi, tra i quali quelli di: componente titolare (per circa nove anni) della Corte di Assise di Catanzaro, Consigliere Pretore Dirigente e Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lamezia Terme, Presidente della Prima Sezione Penale della Corte di Appello di Catanzaro.

Nel corso della sua attività si è occupato, sia da inquirente che da giudicante, di numerosi procedimenti a carico di organizzazioni criminali di stampo mafioso riportando minacce che ne hanno imposto per lungo periodo la scorta da parte dei baschi verdi della Guardia di Finanza.

E’ stato membro eletto in Roma della Segreteria Nazionale di UNICOST, gruppo di maggioranza della magistratura italiana dell’A.N.M., nonché Presidente della Giunta Distrettuale A.N.M. della Magistratura Calabrese.

Più informazioni su