Quantcast

Imprenditore e commercialista complici in un’estorsione. Entrambi condannati

Costretto a chiudere ed andare via, il tribunale di Lamezia Terme ha accolto la tesi del suo avvocato

Più informazioni su

Ha chiuso la sua azienda, ha lasciato la Calabria. Ma non si è arreso. Sostenuto dalla sua famiglia e legalmente dal suo avvocato Michele Gigliotti , oggi l’imprenditore Antonio Pettinato ha vinto la sua prima battaglia davanti al tribunale di Lamezia che ha condannato Giuliano Caruso e Francesco Muraca , rispettivamente imprenditore e commercialista, riconoscendo loro le condotte di tipo usuraio perpetrate contro Pettinato.

Raggiri ben orditi, secondo i giudici, che hanno accolto le risultanze investigative del gruppo della Guardia di Finanza di Lamezia, che in verità nascondevano una vera e propria estorsione.

I due indagati sono stati condannati a 2 anni e 8 mesi e ad 1 anno e 4 mesi. A ciò si aggiunga che durante il processo Pettinato fu avvicinato, e gli furono offerti 180.000 euro “per sistemare le cose”.

Nel dispositivo della sentenza è stata riconosciuta all’imprenditore una provisionale di 50.000 euro a fronte del risarcimento chiesto dal legale Michele Gigliotti.

Più informazioni su