Quantcast

I passaggi illustrati dalla Questura per l’accoglienza dei profughi ucraini in provincia

Servizi dedicati per il ricevimento del pubblico nelle giornate di lunedì e mercoledì dalle ore 14:30 alle ore 18:30, e il sabato dalle 9 alle 12.

Più informazioni su

Per tutti i cittadini ucraini arrivati in Italia dal 24 febbraio e per coloro che stanno entrando in Italia, il Dipartimento della Protezione Civile – in collaborazione con il Ministero dell’Interno, le Prefetture, le Regioni e gli Enti Locali – sta predisponendo un piano di prima accoglienza per permettere loro la regolare permanenza sul territorio italiano.

Tutte le informazioni al riguardo sono contenute in una scheda, disponibile anche in lingua ucraina, inglese e russa che illustra gli obblighi sanitari da rispettare per far fronte alla pandemia, a chi rivolgersi per usufruire di un alloggio, le modalità per regolarizzare la propria posizione in Italia, e altre utili indicazioni.

Link per consultare e scaricare la scheda:

BENVENUTO IN ITALIA (brochure)

WELCOME TO ITALY (brochure)

ЛАСКАВО ПРОСИМО ДО ІТАЛІЇ (Брошура)

ДОБРО ПОЖАЛОВАТЬ В ИТАЛИЮ (брошюра)

Ufficio Immigrazione – Emergenza Ucraina – orari di sportello dedicati

I cittadini ucraini arrivati nella provincia di Catanzaro devono recarsi presso l’Ufficio immigrazione della Questura di Catanzaro o Commissariato di Lamezia Terme al fine di ricevere tutte le informazioni necessarie per regolarizzare la loro posizione sul territorio nazionale.

Per la gestione delle richieste dei cittadini ucraini tendenti a regolarizzare la loro posizione sul territorio italiano, sono stati istituiti servizi dedicati per il ricevimento del pubblico nelle giornate di lunedì e mercoledì dalle ore 14:30 alle ore 18:30, e il sabato dalle 9 alle 12.

Indirizzi posta elettronica certificata:

immig.quest.cz@pecps.poliziadistato.it per Ufficio Immigrazione della Questura di Catanzaro, sito in Via Barlaam Da Seminara;

comm.lameziaterme.cz@pecps.poliziadistato.it per il Commissariato di Lamezia Terme, sito in Via Perugini.

Timbro di ingresso e dichiarazione di presenza

I cittadini ucraini in possesso di passaporto biometrico possono rimanere sul territorio italiano fino ad un massimo di 90 giorni dal momento dell’ingresso nell’area Schengen, se sul loro passaporto è stato apposto il timbro d’ingresso.

Se invece sul passaporto non c’è il timbro d’ingresso Area Schengen, bisogna recarsi presso la Questura-Ufficio Immigrazione di Catanzaro o presso il Commissariato di Lamezia Terme, per sottoscrivere la dichiarazione di presenza.

Permanenza in Italia oltre i 90 giorni

Per i cittadini ucraini che intendono permanere in Italia oltre i 90 giorni, è necessario chiedere un permesso di soggiorno secondo la normativa vigente, in particolare per “richiesta asilo”, per “protezione speciale”, per “protezione temporanea”, per “motivi familiari” o altra forma che verrà disciplinata con atto normativo.

Si consiglia ai cittadini ucraini di presentarsi presso l’Ufficio Immigrazione con qualunque documentazione di cui dispongano (passaporto, certificati di nascita dei figli, certificati di parentela con eventuali cittadini ucraini già residenti sul territorio italiano, ecc.).

Nel caso in cui il cittadino ucraino non dovesse disporre dei documenti identificativi l’Ambasciata della Repubblica di Ucraina ha comunicato che i cittadini dell’Ucraina che fuggono dalla guerra sprovvisti di documenti possono chiedere di essere identificati presso i Consolati ucraini in Italia.

Inoltre, la stessa Ambasciata ha comunicato che, in riferimento al tempo di guerra, il Gabinetto dei Ministri d’Ucraina ha emanato una delibera relativa alla proroga della validità dei passaporti ucraini fino a cinque anni e all’inserimento dei minori di 16 anni sul passaporto dei genitori.

Dichiarazione di ospitalità per cittadini ucraini

Tutti coloro i quali offrono ospitalità ai cittadini ucraini sul territorio della provincia di Catanzaro dovranno presentare, entro 48 ore dall’inizio dell’ospitalità, o comunque, entro il più breve tempo possibile, la dichiarazione di ospitalità.

Dove presentare la dichiarazione di ospitalità

  • se l’immobile si trova nel comune di Catanzaro la dichiarazione di ospitalità deve essere consegnata all’Ufficio Immigrazione della Questura di Catanzaro
  • se l’immobile si trova nel comune di Lamezia Terme la dichiarazione di ospitalità deve essere consegnata all’Ufficio Immigrazione Commissariato di P.S. di Lamezia Terme
  • presso gli Uffici comunali per gli immobili siti negli altri Comuni della provincia.

Moduli allegati:

– Dichiarazione di presenza

Dichiarazione di presenza in lingua ucraina

– Dichiarazione di ospitalità.

Più informazioni su