Quantcast

Operazione Reventinum, annullata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Andrea Scalzo

Dovrà quindi celebrarsi un nuovo giudizio dinanzi al Riesame di Catanzaro, che lo Scalzo attenderà in libertà.

Più informazioni su

La Prima Sezione Penale della Cassazione, all’udienza di ieri, accogliendo il ricorso avanzato dai difensori di Andrea Scalzo, avvocati Canzoniere e La Russa, ha annullato con rinvio l’ordinanza emessa in data 24 febbraio 2022 dal Tribunale del Riesame di Catanzaro a carico dello Scalzo.

All’esito del procedimento di primo grado che aveva condannato lo Scalzo alla pena di 8 anni e 2 mesi di reclusione per il delitto di partecipazione ad associazione mafiosa denominata “clan Scalise”, il Pubblico Ministero Dda aveva avanzato richiesta al GIP di applicazione della misura della custodia in carcere nei confronti dello Scalzo. Detta richiesta era stata però rigettata dal GIP di Catanzaro.

Avverso tale rigetto il Pubblico Ministero aveva proposto appello ed il Tribunale della Libertà di Catanzaro aveva disposto nei confronto dello Scalzo la misura della custodia in carcere, sospesa però in attesa del ricorso per cassazione.

All’udienza di ieri 9 giugno 2022, come detto, la Prima Sezione Penale della Corte di Cassazione ha annullato con rinvio l’ordinanza custodiale emessa a carico dello Scalzo e dovrà quindi celebrarsi un nuovo giudizio dinanzi al Riesame di Catanzaro, che lo Scalzo attenderà in libertà.

Più informazioni su