Quantcast

Associazione NERS al Liceo Scientifico di Decollatura con una lezione sul rischio sismico

Sono state segnalate alcune criticità nelle operazioni di sfollamento e di riunione nel punto di raccolta, sono stati infine proposti dei consigli per migliorare schede di monitoraggio.

Più informazioni su


    Lunedì l’Associazione NERS, con il patrocinio del Dipartimento di Protezione Civile della Regione Calabria e la collaborazione dell’Istituto Scolastico Regionale, ha incontrato gli alunni del Liceo Scientifico di Decollatura per la terza ed ultima tappa di un percorso che ha visto impegnati gli operatori nelle altre 2 scuole superiori del territorio di competenza.
    Dopo una breve presentazione del gruppo di volontari che opera da anni nel Comprensorio del Reventino-Savuto, la Responsabile del progetto “Cosa faccio se…” ha esposto gli elementi principali del programma di lavoro. Alcuni volontari l’hanno seguita esponendo le fondamentali norme comportamentali in caso di rischio sismico e approfondendo alcuni concetti basilari sui rischi generici, infine sono stati presentati alcuni tipi di intervento dell’associazione: dalla posizione da assumere in caso di scossa di terremoto, a come evacuare dalle aule, quali percorsi seguire, quali accortezze avere nei momenti di panico e infine anche quali saranno le operazioni dei volontari della logistica che, in caso di evento calamitoso, interverranno dopo a coordinare l’accoglienza nei campi e la riunione dei nuclei familiari. Tutti i momenti sono stati analizzati con attenzione e con esempi pratici cercando di coinvolgere i ragazzi con domande ed il racconto di esperienze personali. 
    Nel corso dell’incontro sono intervenuti Domenico Costarella (in qualità di responsabile regionale dell’U.O. Volontariato) e Franco Pisterà, del Dipartimento di Protezione Civile regionale, che hanno interagito con i volontari inserendosi nella discussione con i loro interventi e sottolineando alcuni semplici concetti da far propri e da divulgare. Non sono mancate le parole di elogio da parte di Dirigenti della Protezione Civile per l’impegno ed il lavoro svolto dall’Associazione NERS, per la loro efficienza ed il presidio costante su tutto il comprensorio Reventino-Savuto.
    Il messaggio più volte sottolineato e scandito è che una delle azioni principali della Protezione Civile è la diffusione di concetti e regole comportamentali che possono prevenire situazioni di rischio e che possono salvare la vita in condizioni di emergenza. L’invito di riportare le informazioni a casa, fra gli amici, fra compagni di gioco e conoscenti il più possibile e di esercitarsi perché alcune regole di comportamento possano diventare una consuetudine.
    Infine l’Associazione ha seguito le operazioni di evacuazione attivate poche decine di minuti dopo il rientro in classe dopo l’incontro informativo e la ripresa delle attività scolastiche. Sono state segnalate alcune criticità nelle operazioni di sfollamento e di riunione nel punto di raccolta, sono stati infine proposti dei consigli per migliorare schede di monitoraggio.

    Più informazioni su