Quantcast

Tampone negativo per il presunto caso Covid-19 di Falerna, ma ad informare il sindaco sono i parenti e non l’Asp

Menniti lamenta che "alle 17.21, nessuna comunicazione risulta pervenuta all'Ente Comunale di Falerna e allo scrivente"

Più informazioni su

Un cortocircuito di comunicazioni viene lamentato dal sindaco di Falerna, Daniele Menniti, in merito al caso annunciato ieri di un concittadino risultato positivo al Covid – 19, allarme che oggi sarebbe rientrato ma lascia più di qualche perplessità invece a Menniti per l’iter istituzionale non seguito da parte dell’Asp.

Pubblicando online una nota inviata al direttore del dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Catanzaro, alla relativa task force e al Prefetto di Catanzaro, il primo cittadino del comune della costa tirrenica riepiloga le comunicazioni avute nelle ultime 24 ore, ma se il primo tampone positivo ieri era stato ufficializzato direttamente dall’ospedale di Lamezia Terme, i passaggi successivi hanno percorsi diversi: «per le vie brevi», specifica Menniti, giungeva l’informazione che anche il 118 di Falerna, di cui 2 membri residenti nel medesimo comune, era stato allertato e messo in quarantena avendo avuto contatti con il paziente.

Menniti ieri quindi avvisava la popolazione tramite l’account ufficiale dell’amministrazione comunale, raccomandando ulteriore massima prudenza dato il giorno festivo, ma oggi a rassicurare il primo cittadino non è arrivata una comunicazione ulteriore da parte degli organi sanitari, ma quella dei familiari del paziente, sostenendo la negatività di ulteriori tamponi analizzati a Catanzaro al congiunto ed anche la revoca dell’eventuale quarantena ai sanitari del 118. Nel frattempo nessuna ordinanza era stata emessa dal Comune, per come sarebbe dovuto essere previsto, con lo stesso Menniti a sottolineare come «alle 17.21, nessuna comunicazione risulta pervenuta all’Ente Comunale di Falerna e allo scrivente». Ed anche la stampa si trova a dover inseguire atti amministrativi, comunicazioni ufficiali e “vie brevi” per informare la cittadinanza.

Più informazioni su