Quantcast

Come già successo a Falerna, anche a Conflenti arriva la marcia indietro in merito al primo caso di Covid-19

Il sindaco Serafino Paola può far riferimento alla comunicazione dell'Asp di Catanzaro che conferma la non positività di un cittadino ricoverato a Catanzaro

Più informazioni su

Come già successo a Falerna, anche a Conflenti arriva la marcia indietro in merito al primo caso di Covid-19.

Ripercorrendo un iter in precedenza già seguito dal collega Menniti, ora anche il sindaco Serafino Paola può far riferimento alla comunicazione dell’Asp di Catanzaro che conferma la non positività di un cittadino ricoverato a Catanzaro ma proveniente dal territorio di Conflenti.

«Quando venerdì scorso ho ricevuto dall’Arma dei Carabinieri la notizia del primo caso positivo di coronavirus a Conflenti, ho fortemente sperato che questa fosse il risultato di una svista, di uno sbaglio, di una qualche biasimevole inesattezza», spiega Paola, «i successivi colloqui telefonici con i Responsabili Asp hanno fatto, però, via via scemare le mie già esigue speranze circa questo, purtroppo solo desiderato, errore di valutazione sui risultati del tampone: questo era e restava inequivocabilmente positivo. Ho contattato telefonicamente, uno ad uno, tutti coloro i quali mi sono stati indicati come soggetti da attenzionare ai fini dell’applicazione delle specifiche misure di contenimento e prevenzione, invitandoli ad attenersi scrupolosamente alle prescrizioni di quarantena nel proprio domicilio, in attesa della notifica di apposite ordinanze».

Se ad oggi l’albo pretorio online del Comune risulta anche irraggiungibile, come è stato per tutto il fine settimana, il primo cittadino prosegue nello spiegare la situazione ammettendo che «nonostante l’incalcolabile numero di telefonate da parte di cittadini, allarmati dal rincorrersi di voci diventate sempre più inverosimili ed incontrollabili, che legittimamente chiedevano chiarimenti e conferme, ho ritenuto di dover comunque attendere la comunicazione ufficiale da parte dell’Asp di Catanzaro per chiarire pubblicamente i termini reali della delicata questione. Solo il giorno successivo, sabato 18 aprile, dopo essere pervenuta ed acquisita al protocollo la nota del Dipartimento Prevenzione Asp, di conferma del caso positivo al coronavirus, ho provveduto a diffondere sulle pagine social del Comune la necessaria e doverosa informativa alla cittadinanza. Poi nella stessa serata di sabato l’oramai insperato spiraglio di speranza: un nuovo tampone aveva dato esito negativo. Domenica sera la conferma, ancora in modo informale, del risultato negativo anche su un terzo tampone».

Il sindaco conclude così rimarcando come «qualche minuto fa, finalmente, la comunicazione ufficiale di rettifica da parte del Dipartimento Prevenzione dell’Asp di Catanzaro: a Conflenti non ci sono casi positivi di coronavirus».

Nella giornata di oggi, per altro, anche l’Asp di Catanzaro ha deciso di pubblicare online sul proprio sito un recap dei dati dai vari comuni, ma fermo alle 18 del 18 aprile, riportando quindi ancora la positività del paziente che oggi si certifica non avere contratto il Covid-19.

Più informazioni su