Quantcast

Il gruppo Conflenti Bene Comune critica il primo cittadino sul tema idrico

Si lamenta l'assenza di risposte alle "proposte e richieste non solo sulla pagina Facebook, ma anche sulla pec comunale, che risulta sempre “piena”

Più informazioni su

Il gruppo Conflenti Bene Comune critica il primo cittadino rimarcando «in quanto collettivo nato e sviluppatosi per rivalorizzare la cosa pubblica, abbiamo sempre puntato sull’analisi dei contenuti, evitato le meschinità in salsa social propugnateci dall’amministrazione, privilegiando il silenzio e il lavoro. Tuttavia, crediamo sia ora doverosa una risposta».

Si lamenta l’assenza di risposte alle «proposte e richieste non solo sulla pagina Facebook, ma anche sulla pec comunale, che risulta sempre “piena”. In un momento particolare per l’intera nazione – e soprattutto per i piccoli comuni come il nostro – crediamo che la politichetta delle logiche elettorali, debba necessariamente lasciare il posto ad una buona Politica fondata su pratiche di confronto, partecipazione e condivisione».

Si parte dalla proposta sull’acqua pubblica, tema che chiama in causa anche la Regione, sostenendo che «sarebbe opportuno raccontare alla comunità come e da chi viene clorata l’acqua del serbatoio del casale; sarebbe interessante aprire una discussione sulla questione relativa alla pubblicazione dei dati microbiologici e chimici in quanto atto di trasparenza dovuto alla cittadinanza; sarebbe bene si parlasse di queste ed altre tematiche nel merito, non facendo cabaret. Vogliamo risposte concrete alle nostre legittime richieste e non becere provocazioni, che fanno parte di un modus operandi che rifiutiamo e da cui prendiamo le dovute distanze».

Più informazioni su