Quantcast

“Nella contabilità finale dei lavori del wi-fi sono compresi oltre 5.000 euro di lavori mai eseguiti”

I promotori di Lista Unica hanno scritto all’architetto Menniti per segnalare l'incongruenza

Più informazioni su

I promotori di Lista Unica hanno scritto all’architetto Menniti per segnalare che «nella contabilità finale dei lavori del wi-fi, approvata con determina del precedente responsabile del servizio Tecnico, sono compresi oltre 5.000 euro di lavori mai eseguiti».

Dopo un incontro di presentazione con l’architetto Menniti, nuovo responsabile del servizio tecnico del Comune di Decollatura, i consiglieri comunali ed i promotori della Lista Unica (formazione di opposizione in Consiglio Comunale) hanno deciso di segnalare per PEC «le pesanti irregolarità della pratica relativa ai lavori dell’impianto WI-FI e di videosorveglianza. Noi chiediamo al nuovo responsabile del Servizio di prendere atto che la contabilità finale, approvata con determina del Sindaco quale responsabile del servizio tecnico, presenta le seguenti anomalie:

  • nel progetto era prevista una attività di formazione al personale, per un importo di 600, euro che non è stata mai effettuata:
  • nel progetto era prevista la realizzazione di opere edilizie per 5000 euro (comprendenti anche la messa in opera di pali per il sostegno delle webcam e degli Hot Spot) che non sono state mai eseguite poiché le attrezzature di trasmissione sono state montate sui pali della pubblica illuminazione utilizzando delle semplici staffe del costo di una decina di euro ciascuna e quindi con una spesa di 50 euro a fronte di 5000 liquidati».

Si chiede di revocare l’atto di contabilità, affinché «si eseguano i lavori necessari a coprire il territorio comunale con il WI-FI (la frazione Adami e le zone di campagna sono rimaste prive del servizio nonostante il finanziamento sia con fondi dell’agricoltura e finalizzato a portare la rete internet anche a servizio delle aziende agricole) impegnando ben oltre i 5-6000 euro di lavori effettivamente eseguiti a fronte di una liquidazione di 29.800 euro e si prenda coscienza dei “cattivi” consigli forniti da qualche consulente pagato con laute parcelle, con percentuali e importi che, fra l’altro, a nostro giudizio meriterebbero seri approfondimenti».

Più informazioni su