Quantcast

Anche quest’anno si è svolta, seppur in modalità ridotta, la ricorrenza della festività di San Giovanni Battista, Patrono di Gizzeria

Celebrazioni in tono di minore con il ricordo del professore Francesco Paone

Più informazioni su

Anche quest’anno si è svolta, seppur in modalità ridotta, la ricorrenza della festività di San Giovanni Battista, Patrono di Gizzeria.

Oltre alla deposizione del cero votivo offerto al Santo come per tradizione da parte di tutta l’amministrazione comunale, con la presenza delle forze dell’ordine, la delegazione della locale caserma dei carabinieri, si è reso onore al monumento ai Caduti ed anche in questo caso, come per tradizione, deposto una corona di fiori.

«Per quello che riguarda i festeggiamenti civili purtroppo, come detto, a causa della crisi covid-19 non è stato possibile godere della giovialità e dell’allegria tipica della festa patronale, però abbiamo fatto tutto quanto era nelle nostre possibilità», spiga il sindaco facente funzioni Francesco Argento, «abbiamo favorito la presenza delle tradizionali bancarelle per la gioia dei bambini, abbiamo onorato il Santo con i fuochi di artificio. Non è stato possibile, però, organizzare le tradizionali serate musicali. La nostra intenzione è stata fin da subito quella di “normalizzare” quanto più possibile la festa più importante di Gizzeria. A tal proposito abbiamo anche favorito la presenza delle giostre».

Il primo cittadino in pectore ammette che «quest’anno è stato un anno molto triste per tutta la comunità perché, proprio a causa della pandemia covid-19, abbiamo perso un nostro illustre concittadino, il professore Francesco Paone a cui tutti, senza bisogno neanche di sottolinearlo, abbiamo dedicato cristianamente la ricorrenza del santo patrono».

Più informazioni su