Quantcast

Carlopoli senza più casi attivi, ma le scuole rimangono chiuse fino al 3 dicembre per personale positivo

La buona notizia arriva dal sindaco Emanuela Talarico

Più informazioni su

«A seguito di un aggiornamento dei dati, posso finalmente condividere con voi la notizia più attesa: anche le persone affette da Covid-19 sono risultate guarite e, quindi, la nostra comunità è finalmente Covid – Free». La buona notizia arriva da Emanuela Talarico, primo cittadino di Carlopoli, la quale ricorda come «era il 3 novembre scorso quando, purtroppo, ho dovuto emettere il primo comunicato riguardante 2 casi di contagio sul territorio. Da allora ci sono stati altri casi sospetti e sono stata persino costretta a diffidare l’Asp per sollecitarne l’intervento. La mia amministrazione, così come la sottoscritta, ha sempre agito a tutela e nell’interesse della salute pubblica con decisione, senso di responsabilità e con la massima riservatezza, senza pretendere mai un encomio».

Si annuncia però la decisione di prorogare la chiusura della didattica in presenza fino al 3 dicembre, ovvero sino alla data del nuovo decreto del presidente del consiglio dei ministri, poiché «nei comuni limitrofi sono aumentati i casi di soggetti risultati positivi ai tamponi effettuati presso cliniche private. Preso atto che tra alcuni soggetti risultati positivi al tampone molecolare vi sono, purtroppo, addetti scolastici facenti parte dello stesso distretto scolastico mi è sembrato opportuno prorogare in via cautelativa, in attesa di verifica della situazione epidemiologica; augurandomi con tutto il cuore che la curva di contagio scenda così da poter fare rientrare nella sede scolastica i vostri figli, sereni e al sicuro».

La Talarico così distingue: «sono a favore della riapertura della scuola, combatto fino all’ultimo minuto per cercare soluzioni ottimali per mantenerla aperta. Purtroppo mi sono dovuta arrendere a ciò che accade intorno a noi. Esorto tutti i cittadini a non abbassare comunque la guardia: rispettiamo tutti le regole che ancora vigono per il contenimento della pandemia ed in particolare il distanziamento sociale e l’uso della mascherina. Conserviamo una saggia prudenza nei confronti dell’epidemia, solo il buonsenso può garantirci un futuro privo di ulteriori rischi collettivi».

Ci sono così ringraziamenti per «tutti i dipendenti comunali e i membri della maggioranza consiliare, che sono rimasti costantemente reperibili per rispondere alle esigenze del territorio e della popolazione e, con loro, tutti i volontari che si sono prodigati con generosa solidarietà per garantire la massima assistenza agli anziani, soprattutto quelli ancora sprovvisti del medico curante, per il quale, causa rinuncia, bisognerà procedere a nuova nomina».

Più informazioni su