Quantcast

Si conclude la settima edizione di Ali Sul Mediterraneo Libri & Cultura Festival all’insegna della solidarietà foto

Scatole di doni natalizi e libri distribuiti in vari centri del lametino

Si conclude la settima edizione di Ali Sul Mediterraneo Libri & Cultura Festival, che a causa della grave situazione Covid ha visto ridurre molte tappe del tour culturale.

Aliante Mediterraneo, che ogni anno organizza il fitto programma, non ha rinunciato però ai suoi appuntamenti con la solidarietà. Infatti, gli “Angeli della Cultura”, capitanati dalla direttrice artistica Cristina Medaglia insieme alle dinamiche assistenti alla direzione artistica Stefania Rotella e Laura Guzzo, hanno raccolto 400 Scatole Natalizie, coinvolgendo famiglie del comune di Lamezia Terme e San Pietro a Maida e gli studenti dell’istituto comprensivo Sant’Eufemia.

La raccolta di questi doni è avvenuta presso il teatro della Chiesa San Giovanni Battista di Lamezia Terme con il sostegno di padre Giuseppe Martinelli. Tra gli “Angeli della Cultura” vi erano i volontari Vincenziani e i Missionari della Via della chiesa San Raffaele.

“Abbiamo raccolto e regalato 400 sorrisi” afferma Stefania Rotella dello staff organizzativo. Le scatole hanno raggiunto gli ospiti della Casa Famiglia “Mago Merlino”, delle Case di Cura di San Pietro Apostolo e Carlopoli, centri SPRAR di Falerna e San Pietro Apostolo e 60 famiglia con disabilità. Doni che sono arrivati nelle mani di bambini, anziani, giovani e mamme sole. Un significativo risultato che l’associazione si impegnerà a ripetere ogni anno.

Ma tra gli appuntamenti firmati Ali sul Mediterraneo non è mancato quello della “MiniB”: una piccola biblioteca ricca di libri consegnata nelle passate edizioni ai vari reparti di pediatria , ai centri clinici riabilitativi e alle scuole. Quest’anno è toccata all’Istituto Comprensivo di Maida che ha coinvolto soprattutto gli studenti del plesso di San Pietro a Maida.

La “MiniB” ha arricchito la scuola di preziosi volumi, dai classici ai racconti divertenti, con lo scopo di avvicinare sempre di più i giovani al mondo della lettura, mezzo importante per la crescita culturale e sociale, visto il basso numero di lettori che mettono la Calabria al penultimo posto nazionale.

A questo proposito la commissione del Premio Ali sul Mediterraneo ha segnalato e divulgato alcuni libri di autori calabresi che hanno dato un forte contributo culturale in questo 2020:

innanzitutto Domenico Dara già premio Ali sul Mediterraneo con “Malinverno” , un omaggio ai libri e all’amore. E poi gli emergenti Franco Notaris con “Gli spiriti della Memoria” un atto d’amore per la storia Calabrese, Graziella Ferrise con “Le stelle salenti” alla ricerca delle intime verità, Rossella Paone con “La bimba di zucchero filato” un emozionante viaggio nel potere delle parole, Carmelina Pedullà con “Pianto Sincero” poesie che si intrecciano con le sculture della talentuosa Rabarama.