Quantcast

Si è costituita a Maida il “Cda Calabria odv”

Nasce come uno spazio di ascolto che ha l’obiettivo di fornire consiglio e supporto gratuito di tipo legale, fiscale, finanziario e di orientamento

Più informazioni su

Si è costituita a Maida il “Cda Calabria odv”. Il Centro di ascolto antiviolenza e fragilità Calabria odv rappresenta la struttura di coordinamento a livello calabrese, una rete regionale di volontariato e di promozione sociale, di professionisti e persone, che svolge: compiti di indirizzo, direzione, promozione nei confronti delle associazioni a esso affiliate; servizi a tutta la rete a livello regionale; compiti operativi e di raccordo nell’ambito dell’ascolto; servizi di accoglienza e orientamento utili nei momenti di difficoltà, occasioni di incontro e socializzazione, iniziative, corsi di promozione culturale e formazione, di inclusione sociale ed empowerment e della partecipazione ai progetti territoriali, regionali e nazionali.

Nasce come uno spazio di ascolto che ha l’obiettivo di fornire consiglio e supporto gratuito di tipo legale, fiscale, finanziario e di orientamento professionale. Il suo Ufficio di Prossimità ha come aree di intervento: famiglie e minori, adulti, anziani e disabili e salute mentale e povertà.

Lo sportello vuole offrire a tutti i cittadini, anche se una particolare attenzione viene riservata alle donne e alle fasce deboli della popolazione, uno spazio di dialogo che sia di orientamento ai servizi offerti dal territorio e anche complementare a quelli già offerti dalle istituzioni, rispondendo alle richieste di consiglio e di aiuto nel pieno rispetto delle normative europee vigenti.

Un luogo dove condividere le proprie esperienze positive e negative, chiedere supporto in situazioni di difficoltà, chiarimenti alle nostre volontarie avvocate, commercialiste ed esperte di finanza, chiedere consiglio per valorizzare la propria figura lavorativa.

Uno spazio dove donne aiutano altre donne a tu per tu, al fine di:

Prevenire la violenza economica attraverso la conoscenza, per evitare quelle trappole comportamentali che troppo spesso portano le donne ad essere vittime di abuso economico;
Aiutare le donne vittime di violenza economica a riconoscerla, contrastarla e superarla prendendo consapevolezza dei passi da intraprendere per riacquistare sicurezza in sé stesse e la propria indipendenza economica;
Dare consiglio su come affrontare e risolvere le conseguenze di violenza economica: problemi finanziari, legali e fiscali, di sovra-indebitamento e di isolamento economico della vittima, orientandola al reinserimento nel mondo del lavoro.
Dare aiuto nel riconoscere e contrastare le dipendenze senza sostanza come le ludopatie e lo shopping compulsivo che molto contribuiscono nel determinarsi di situazioni di sovra-indebitamento.
Aiutare a raggiungere l’indipendenza economica e una piena realizzazione professionale, attraverso consigli pratici su come affrontare e prepararsi alla ricerca di un lavoro o su come avviare e consolidare una iniziativa imprenditoriale.
Alla luce dell’emergenza COVID-19, lo sportello digitale Punto Verde d’Ascolto è stato potenziato per essere ancora più vicino alle donne e alle famiglie in questo momento di difficoltà, per rispondere prontamente anche a tutti i nuovi problemi di natura economica che proprio l’emergenza in atto ha determinato.

Il CDA Calabria è regolato dal decreto legislativo n. 117/2017 , che è uno dei pilastri della riforma del Terzo Settore, così come definita dalla legge delega n. 116/2016.

Tutte le associazioni affiliate possono contare su un valido supporto tecnico-operativo per assolvere a tutte le incombenze introdotte dal Codice del Terzo Settore. Il CDA Calabria si è dotato di un sistema informatico unico, di schemi di bilancio comuni e conformi alla normativa, di garanzie assicurative generali e cumulative per i propri soci, per i volontari e per i destinatari dei servizi e delle attività.

Più informazioni su