Quantcast

Serata di poesia, musica e straordinari ricordi con asta benefica per comprare poltrone per la pediatria lametina

Tanti e di gran valore gli oggetti messi all’asta che hanno incontrato il favore del pubblico presente alla serata

Più informazioni su

Riuscita la serata evento che l’associazione lametina Logos&Polis ha organizzato per raccogliere fondi destinati all’acquisto di alcune poltrone da donare al reparto di pediatria dell’ospedale Giovanni Paolo II di Lamezia Terme. Le comode sedute serviranno alle mamme che assistono i loro bimbi ricoverati nel reparto del nosocomio cittadino. L’obiettivo che l’associazione guidata da Leonardo Teocoli si è prefisso è stato raggiunto grazie all’ottima riuscita dell’asta benefica, ideata e condotta da Antonio Raffaele, web influencer nonché social media manager.

Tanti e di gran valore gli oggetti messi all’asta che hanno incontrato il favore del pubblico presente alla serata, il quale ha risposto con grande generosità all’appello dell’associazione. Molto soddisfatta anche la dottoressa Mimma Caloiero, primaria del reparto di pediatria dell’ospedale lametino, che ha avuto parole di plauso per i promotori dell’iniziativa.

Nel corso della serata è stato ricordato il poeta e paroliere lametino Franco Montilla che, con la sua produzione letteraria e la sua attività artistica, ha animato il panorama culturale, locale e nazionale, dagli anni Cinquanta ai Settanta.

Le poesie di Montilla sono state declamate da Cecilia Panarello, giovane studentessa di canto e recitazione; ed accompagnate al violino della musicista Debora Stranges.

Ad esibirsi durante la serata svoltasi in un locale della costa falernese anche i giovani cantautori lametini Fragile e Lorena Giampà. Gennaro Nicolazzo, 22 anni in arte Fragile, ha eseguito il suo inedito Guardati. Anche Lorena Giampà (19 anni) ha presentato un suo inedito in spagnolo dal titolo Dimme.

Il taglio della torta con le immancabili bollicine ha suggellato il buon esito dell’evento: una serata di poesia, musica e straordinari ricordi. Un momento di serena e allegra condivisione che ha registrato il contributo fattivo e concreto di tanti lametini che alla solidarietà non rinunciano, neanche in tempo di pandemia.

Più informazioni su