Quantcast

Incontro con la segretaria della terza Commissione Sanità Regionale sulla situazione dell’ospedale di Soveria Mannelli

Per la Loizzo lo status di Ospedale di Montagna non è in discussione, in quanto l'orografia del territorio basta da sola per legittimarne ogni tutela

Più informazioni su

E’ stata una sinergia tra Franco Perri, capogruppo di minoranza al comune di Bianchi, municipalità dell’entroterra del Savuto, e Alessandro Sirianni, presidente del Comitato Pro Ospedale del Reventino, quella di trovare un’ulteriore soluzione ai problemi dell’ospedale di Soveria Mannelli. L’interlocutore questa volta è stata Simona Loizzo, capogruppo al Consiglio Regionale in quota Lega, e segretario della terza Commissione Sanità Regionale, incontrata venerdì a Cosenza.

La discussione è partita dal cronoproprogramma presentato all’Agenas sul PNNR che vede l’ospedale catalogato nel rendiconto quale ospedale di Comunità, aspetto contestato dal comitato del Reventino sollecitando alla Loizzo di rivedere la classificazione entro i termini previsti per marzo.

Alessandro Sirianni ha fatto presente nella sua complessità lo stato generale dell’ospedale, e fatto presente che solo un nuovo decreto legalmente può modificare la caratterizzazione della struttura, e la Loizzo ha confermato che si è al lavoro per redigere il nuovo piano sulla riorganizzazione ospedaliera, che sostituirà il vecchio DCA64.

Per la Loizzo lo status di Ospedale di Montagna non è in discussione, in quanto l’orografia del territorio basta da sola per legittimarne ogni tutela, e promesso che la prossima settimana si recherà presso l’ospedale di Soveria per una visita istituzionale e tastare con mano lo stato della struttura. La stessa contatterà il Commissario dell’ASP, Ilario Lazzaro per informarlo di quanto e quanti intenderà necessario.

Più informazioni su