Quantcast

Ancora commissario per un giorno Desirèe D’Ovidio secondo gli atti del Comune

Sostituita il 19 marzo, presente una settimana dopo nella seduta relativa ad aspetti legati al bilancio e vertenze legali

Più informazioni su


    Se in entrambe le versioni di amministrazione trasparente del Comune di Lamezia Terme non compare nessun dato dell’attuale terna commissariale alla guida di via Perugini da fine novembre (con nomina ratificata in Gazzetta Ufficiale un mese dopo), a rendere più evidente la mancata adesione ai dettami della norma ci sono anche controsensi o refusi negli stessi atti emanati.
    Il 19 marzo il presidente della Repubblica firmava la nomina a componente della commissione straordinaria per la gestione del comune di Lamezia Terme di Rosario Fusaro, dirigente di seconda fascia dell’Area I, in sostituzione di Desirèe D’Ovidio, ma una settimana dopo, nella seduta della commissione del 27 marzo, la stessa dirigente in servizio presso la Prefettura di Salerno (che da inizio mese non stava garantendo neanche più la propria presenza part time in via Perugini) risulta però presente in tutti gli atti amministrativi proposti.
    Atti che riguardano sia aspetti relativi al bilancio in scadenza a fine mese (nomina revisori dei conti, adeguamento tariffe sistema idrico integrato, adeguamento alla normativa vigente dal 1 gennaio 2018 in materia di destinazione dei proventi dei titoli abilitativi edilizi e delle sanzioni, tariffe e contribuzioni ed individuazione del tasso di copertura dei costi di gestione per l’anno 2018 dei servizi pubblici a domanda individuale) che economici più generali (costituzione in giudizio contro i pignoramenti presso terzi presso il Tribunale di Lamezia Terme, presso il Tribunale civile di Roma nella causa della Martingale Risk Italia Srl contro il Comune di Lamezia Terme, la non costituzione in giudizio presso il Giudice di Pace di Cosenza nell’atto di citazione contro il Comune di Lamezia Terme e altri avverso ruolo esecutivo).
    Gi.Ga.

    Più informazioni su