Quantcast

Riparte l’iter del Progetto Sara con la firma della convenzione tra Comune ed Aterp

Per il completamento degli alloggi popolari in contrada Savutano circa 30 milioni di euro

Più informazioni su

Il Sindaco della Città di Lamezia Terme, Paolo Mascaro, ed il Direttore Generale di ATERP Calabria, Ambrogio Mascherpa, hanno firmato la convenzione deliberata ad ottobre per l’attuazione dell’intervento di completamento e rifunzionalizzazione di edifici di edilizia residenziale pubblica ed annesse aree esterne ricomprese nel “Progetto SA.R.A.– Savutano Rigenerazione Animazione” nell’ambito del “Piano Nazionale per le Città”.

Il finanziamento, già concesso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al Comune di Lamezia Terme, ammonta a circa 30 milioni di euro e consentirà, una volta realizzato, la piena riqualificazione urbana di una importante area della Città, da tempo degradata, con l’utilizzazione delle procedure previste dal protocollo ITACA che consentono la piena sostenibilità energetica ed ambientale degli edifici sottoposti agli interventi permettendo di verificare le prestazioni di un edificio in riferimento non solo ai consumi e all’efficienza energetica, ma prendendo anche in considerazione il suo impatto sull’ambiente e sulla salute dell’uomo, favorendo così la realizzazione di edifici sempre più innovativi, a energia zero, a ridotti consumi di acqua, nonché materiali che nella loro produzione comportino bassi consumi energetici e nello stesso tempo garantiscano un elevato comfort.

Le strutture tecniche di ATERP Calabria e del Comune di Lamezia garantiranno, sinergicamente, lo sviluppo di tutte le attività propedeutiche, progettuali e realizzative nei prossimi mesi attraverso dei responsabili tecnici, già individuati, per la gestione e l’attuazione della convenzione appena firmata.

«Abbiamo disincagliato un importante progetto – ha affermato il Sindaco di Lamezia Terme – da tempo fermo e che ci consentirà di proseguire nell’impegnativa azione di rigenerazione e riqualificazione urbana della nostra Città in linea con gli strumenti operativi più avanzati utilizzati nel resto del Paese e con un occhio di particolare riguardo rivolto alla condizione di sostenibilità ambientale ed energetica che rappresentano, in questa fase, la sfida più ambiziosa per le aree urbane e che io credo debbano essere perseguite, con determinazione e coraggio, anche nella nostra Città».

Il Direttore Generale di ATERP Calabria dal canto suo ha espresso «piena soddisfazione per la firma della convenzione che rappresenta un ulteriore tassello che rafforza la collaborazione proficua con l’Amministrazione comunale di Lamezia Terme nel segno anche dell’innovazione e delle consonanza con le migliori buoni pratiche più avanzate, a cominciare dall’applicazione del Protocollo ITACA, del resto del Paese. Guardare all’elevazione delle condizioni di vivibilità, alla qualità dell’abitare è terreno assai qualificante nel Mezzogiorno ed in Calabria in particolare dove la cementificazione selvaggia ed indiscriminata hanno non solo devastato l’ambiente ma anche marginalizzato intere comunità in autentici “ghetti” senza futuro; con pazienza e determinazione dobbiamo lavorare per invertire questa tendenza che ha “soffocato” le nostre armature urbane consegnandole, spesso, anche alla criminalità organizzata; la firma della convenzione con il Comune di Lamezia Terme è – dunque- anche un segnale che intendiamo lanciare a tutte le comunità locali, ai Sindaci, all’intera Calabria»

Più informazioni su