Quantcast

Uffici vuoti in via Perugini, per il sindaco si vede “una prima luce in fondo al tunnel” tra scavalli, vincitori di causa e Agenda Urbana

Entro martedì in giunta approveremo il Peg, altro atto non approvato dalla terna commissariale

Un consiglio comunale “mascherato”, dato l’obbligo di indossare gli strumenti di protezione individuale, per un question time nella Sala Napolitano incentrato su interrogazioni e mozioni presentate nel corso del 2020, ma anche su temi già superati i consiglieri hanno ritenuto di voler continuare ad andare avanti per mantenere il dato politico e non quello pratico.

Si inizia con il tema dello sblocco delle assunzioni sollecitato da Rosario Piccioni, che rimarca le note dolenti sulla carenza di personale e le preoccupazioni in merito ai pareri negativi continui da parte dei revisori dei conti (presenti questa volta anche in aula).

Nel rispondere Mascaro ripercorre l’iter seguito per approvare il bilancio, avvenuto prima del termine nuovamente prorogato al 31 ottobre, e sui 182 dipendenti in servizio parla di «una luce in fondo al tunnel. Entro martedì in giunta approveremo il Peg, altro atto non approvato dalla terna commissariale, ed abbiamo già avviato un primo scavallo per un ingegnere che arriverà dal Comune di Miglierina a tempo determinato e part time. Abbiamo altre 6 richieste di questo tipo con altre amministrazioni comunali, e nel mentre ipotizzo che settimana prossima ci dovrà essere una transazione per l’assunzione delle 4 persone vincitrici di concorso per amministrativi e di causa verso il Comune».

Il primo cittadino non nasconde che «dopo il Peg potrebbe esserci una rivisitazione del piano del fabbisogno, per rispondere alle necessità legate ad Agenda Urbana che la Regione dovrebbe approvare da qui a breve, con la nostra tra le prime in Calabria. Siamo però forti di una politica rigorosa sul piano economico-finanziario, quindi confidiamo di un parere positivo da parte della commissione ministeriale».