Quantcast

Cercasi 13 assistenti sociali a partita Iva per seguire i percettori di reddito di cittadinanza nell’ambito lametino

L'importo riconosciuto a ciascun incaricato è pari a 45.414,72 euro, per un monte ore complessivo di attività pari a 1.872 ore

Pubblicato dal comune lametino l’avviso di selezione per il conferimento di 13 incarichi esterni di assistente sociale, per il rafforzamento del Servizio Sociale Professionale nell’Ambito Territoriale di Lamezia Terme (Cortale, Curinga, Falerna, Feroleto Antico, Gizzeria, Jacurso, Lamezia Terme, Maida, Nocera Terinese, Pianopoli, Platania, San Pietro a Maida), realizzato a valere sulle risorse della “Quota servizi del Fondo Povertà”.

Oggetto dell’incarico sarà:

  • segretariato sociale: l’attività di informazione diretta a facilitare l’accesso alle prestazioni nonché quella di definizione preliminare del bisogno finalizzata ad orientare gli operatori nel percorso di presa in carico da attivare. Destinatari di tali azioni saranno la totalità delle persone e famiglie richiedenti, con particolare attenzione verso i nuclei potenzialmente beneficiari delle misure di contrasto alla povertà per la successiva presa in carico;
  • valutazione multidimensionale dei bisogni e delle potenzialità dei nuclei familiari beneficiari del Reddito di Cittadinanza (RdC), con partecipazione alle Equipe Multidisciplinari (EE.MM) e in raccordo con i diversi soggetti pubblici e privati coinvolti e/o coinvolgibili per l’attuazione delle finalità generali previste dalle normative vigenti;
  • progettazione personalizzata a favore dei nuclei valutati con espletamento delle fasi di redazione, attuazione e monitoraggio dei relativi progetti di inclusione sociale e lavorativa;
  • monitoraggio degli interventi di inclusione, attivi o attivabili a favore dei nuclei familiari individuati;
  • collaborazione finalizzata all’attuazione di procedure omogenee in materia di contrasto alla povertà nei Comuni facenti parte dell’Ambito territoriale.

Ciascun professionista sarà chiamato ad effettuare a favore dell’Ambito territoriale un monte ore complessivo di attività pari a 1872 ore, da organizzare in autonomia, senza vincolo di subordinazione, salvo il necessario coordinamento con l’Ufficio di Piano e/o con gli ulteriori uffici coinvolti nelle attività.

L’importo riconosciuto a ciascun incaricato è pari a 45.414,72 euro ed è da intendersi onnicomprensivo, al lordo delle ritenute fiscali, previdenziali e assistenziali a carico del collaboratore e delle spese di viaggio da e per la sede di lavoro, individuata presso tutti i Comuni facenti parte dell’Ambito Territoriale di riferimento, al fine di garantire l’omogeneo svolgimento delle attività oggetto dell’incarico sul territorio dell’Ambito nel suo complesso.

Per candidarsi entro l’11 giugno tramite Pec, oltre ai requisiti base di accesso ai pubblici concorsi, servirà:

  • il possesso della patente di guida e di un proprio mezzo;
  • essere titolare di partita Iva;
  • iscrizione all’albo professionale degli assistenti sociali;
  • possesso di esperienza professionale documentata, maturata nell’ambito del Reddito di Cittadinanza e/o delle misure di contrasto alla povertà, transitoriamente attuate a livello nazionale (Sostegno all’Inclusione Attiva e/o Reddito di Inclusione) precedentemente all’introduzione della vigente misura unica di contrasto alla povertà RdC.