Quantcast

Chiuse le delegazioni degli ex comuni di Nicastro e Sambiase occorre individuare altre sedi per i matrimoni civili

L'attuale regolamento prevede la possibilità, oltre che in beni comunali, anche in giardini, spiagge, parchi

Più informazioni su

A seguito della chiusura delle sale consiliari delle delegazioni degli ex comuni di Nicastro e Sambiase, espressamente individuate quali luoghi di celebrazione dei matrimoni civili, occorre individuare ulteriori sedi deputate alla celebrazione dei matrimoni civili (negli ultimi 15 giorni 29 le pubblicazioni di matrimonio presenti sull’albo pretorio).

Depennate le due storiche sale, però, la terna commissariale ha ieri deliberato che «le sedi individuate e ritenute idonee alla celebrazione dei matrimoni saranno oggetto di specifica successiva delibera che disciplinerà le tariffe e le modalità di utilizzo compatibilmente con le esigenze istituzionali dell’Ente», rinviando così la decisione.

Viene così aggiunta anche la sala dove si dovrebbero riunire quando convocate le commissioni consiliari in via Perugini, stabilendo come orari e tariffe:

  • dal lunedì al venerdì: mattina (ore 8,30/13) o pomeriggio (15,30/18,30) per ogni cerimonia una durata massima di un’ora e mezza: 30 euro;
  • sabato dalle 8.30 alle 13.30, prevedendo per ogni cerimonia una durata massima di un’ora e mezza- 40 euro.

Finché permane lo stato di emergenza epidemiologica da Covid 19 si dovranno adottare idonee misure di sicurezza:

  • presenza nella sala unicamente degli sposi, dei testimoni dell’ufficiale dello Stato Civile ed eventuali parenti e fotografo fino ad un massimo di 15 persone;
  • tutti dovranno rispettare le distanze di sicurezza ed indossare i dispositivi di sicurezza previsti;
  • sono vietati assembramenti di persone fuori la sala ove si celebra il matrimonio;
  • il locale dovrà essere igienizzato e sanificato;
  • predisposizione di dispenser di prodotti igienizzanti

Il regolamento vigente prevede che «i matrimoni civili possono essere celebrati presso: gli uffici di stato civile presso le tre delegazioni municipali; sale consiliare delle delegazioni ex Comune Nicastro ed ex Comune Sambiase; presso i palazzi comunali a valenza storico-culturale; presso sale site all’interno del palazzo municipale» e che «nel rispetto delle norme generali del Codice Civile e delle successive disposizioni ministeriali, è ammessa, su autorizzazione del Sindaco, la celebrazione del matrimonio in siti comunali di importanza estetica storica o ambientale o a destinazione turistica (giardini, spiagge, parchi) aperti al pubblico».

Più informazioni su