Quantcast

Mail non lette e scambi di file per la gestione amministrativa del progetto di rigenerazione urbana in via Savutano

La procedura su Mepa di maggio viene fermata e indetta per un'offerta non accolta dagli uffici

Più informazioni su

Nato non sotto una buona stella, il progetto di rigenerazione urbana degli alloggi Aterp in via Savutano continua ad avere incidenti di percorso all’interno dell’organizzazione amministrativa comunale.

Viene pubblicata oggi la determina redatta giovedì di rettifica dell’atto amministrativo del 14 maggio relativo alle “verifiche sismiche previste dalle NTC 2018 su 13 immobili ATERP progetto SA.R.A – Lotto unico edifici: A,B,C,D,E,F,G,H,I,L,M,N,O” con importo del servizio fissato a 156 019.25 euro.

A metà maggio il Rup, Giuseppe Rigoli, rilevava che 9 operatori economici avevano aderito all’avviso di manifestazione, constatando solo a fine maggio che vi era una decima offerta arrivata regolarmente ma la cui mail non era stata letta.

Un mese e mezzo dopo, inoltre, si valuta che «gli Operatori Economici hanno sollevato delle problematiche riferite: al parametro di valutazione, quindi alla formula di calcolo, indicata nel disciplinare di gara, in quanto risultata ad alcuni poco chiaro; alla difficoltà di caricamento dell’offerta a tempo, busta telematica D».

Viene così deciso di indire «una nuova Rdo negoziata, da esplicarsi sul portale telematico della piattaforma MEPA, con invito dell’Operatore Economico precedentemente non invitato», fornendo le relative spiegazioni ai quesiti avanzati dagli altri operatori.

Scambio di file invece per quanto riguarda un altro aspetto: quello che viene presentato come avviso esplorativo per “progettazione definitiva ed esecutiva-d.l. coordinamento della sicurezza in fase progettuale ed esecutiva di un nuovo edificio da adibire a centro anziani e giovani” nell’ambito del “piano nazionale per le città”.- Savutano rigenerazione animazione”, aprendo il file risulta essere quello per “progettazione definitiva/esecutiva, dl e coordinamento della sicurezza cse,csp, di allestimento degli immobili e delle aree del parco Peppino Impastato” per il quale era previsto di individuare 3 imprese entro il 25 maggio ed un importo di partenza da 25.850 euro.

Entro 30 giorni il successivo affidatario dovrà consegnare:

  • progettazione esecutiva ed adeguamento di impianto elettrico tale da ottenere le certificazioni occorrenti ;
  • progettazione esecutiva ed adeguamento di impianto termico tale da ottenere le certificazioni occorrenti;
  • progettazione esecutiva di impianto solare fotovoltaico con relativa pratica gse, enel e quanto altro occorra per dare l’impianto funzionante;
  • adeguamento funzionale spazi interni per migliore fruibilità ed utilizzo;
  • indicazione degli arredi occorrenti e necessari per l’allestimento degli spazi;
  • dl e coordinamento della sicurezza.

Errore poi corretto in seguito, mentre i ritardi si accumulano mettendo sempre più a rischio il finanziamento ministeriale.

Più informazioni su