Quantcast

Altri 19.000 euro previsti per gli interventi sul verde pubblico con l’affidamento in scadenza a fine anno

Per garantire le quantità disponibili di lavorazioni di sfalcio e potature e abbattimenti alberi secchi in programma

Più informazioni su

Scadrà a fine anno l’appalto biennale di “manutenzione verde pubblico estensivo e pertinenziale stradale, fontane, potature e trattamenti fitoterapici”, al netto di proroghe (non essendoci all’orizzonte in nuovo affidatario individuato entro dicembre), ma arriva da via Perugini una seconda variante in aumento dopo la prima di giugno.

Si spiega che «allo stato attuale, per le lavorazioni effettuate nel corso del servizio, anche urgenti, atti a garantire sia la salvaguardia dell’incolumità pubblica che il mantenimento, in più zone della città, di un’ottimale conservazione dello stato della vegetazione, non vi sono quantità disponibili di lavorazioni di sfalcio e potature e abbattimenti alberi secchi in programma, pertanto non vi sarebbe la possibilità di proseguo fino a scadenza garantendo un livello minimo di servizio». Si cita anche il prospetto degli interventi, che però non si trova allegato all’atto amministrativo, come non di rado accade sull’albo pretorio.

Con la variante di maggio si è arrivati ad un aumento del 7,74%, con la legge che fissa il massimo possibile al 20% dell’importo contrattuale, e così il Comune di Lamezia Terme tramite l’ufficio verde pubblico prevede un aumento di 19.000 euro (in totale quindi il 9,66% dell’importo contrattuale).

L’esito dell’affidamento è stato contestato sui social e ripreso da associazioni e politici, spesso a torto testimoniando la rigogliosa vegetazione sui marciapiedi cittadini il cui sfalcio competerebbe alla Lamezia Multiservizi.

Bando unico biennale da parte del Comune di Lamezia Terme per il servizio di manutenzione verde pubblico estensivo e pertinenziale stradale, fontane, potature e trattamenti fitoterapici

Più informazioni su