Quantcast

Approvata in giunta la variazione di bilancio per assumere per 3 anni 3 tecnici vincitori del bando nazionale

Il termine per inviare tutta la documentazione al Ministero era il 31 ottobre, la copertura finanziaria dovrà comunque passare anche dal consiglio comunale

Più informazioni su

Deliberata oggi in giunta la variazione di bilancio di previsione che dovrebbe permettere al Comune di Lamezia Terme di completare le procedure di assunzione dei 3 vincitori di concorso (Ferro Matteo – profilo amministrativo-giuridico; Luszcyk Dorota Agnieszka – profilo progettazione e animazione territoriale; Raso Massimo – profilo tecnico;), da assumere a tempo determinato per 3 anni con qualifica di personale non dirigenziale di categoria “D” del CCNL comparto funzioni locali del 21 maggio 2018.

Tra i 2.800 tecnici a tempo determinato da contrattualizzate al Sud sui fondi europei 20 nel lametino

Il bando di concorso pubblico, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 27 del 6 aprile 2021 e modificato con successivo provvedimento pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 46 dell’11 giugno 2021, prevedeva la selezione e l’assunzione di 2.800 tecnici specializzati nelle amministrazioni del Mezzogiorno (Autorità di Gestione dei PO regionali, Province, Città Metropolitane, Comuni e Comuni delle aggregazioni individuate), i cui esiti sono stati pubblicati a fine luglio sulla Gazzetta Ufficiale, ed il 12 ottobre l’Agenzia per la Coesione Territoriale ha comunicato gli esiti del concorso.

Ai fini del trasferimento delle risorse, pari a 115.098,69 euro, a totale copertura dei costi lordi contrattuali delle professionalità e per la prima annualità, l’ente comunale dovrà «trasmettere copia dei relativi provvedimenti di assunzione entro e non oltre il termine del 31 ottobre 2021».

Sebbene la stessa delibera di giunta specifichi che «le modifiche suddette non pregiudicano il pareggio finanziario del bilancio 2021, in quanto si tratta di variazioni per intervenuti contributi straordinari a copertura integrale di spese improcrastinabili, ferma restando la necessità di porre in essere, nel più breve tempo possibile, gli atti conseguenziali correlati agli effetti della delibera n.106 del 24.9.2021, di approvazione del rendiconto 2020», la proposta di variazione dovrà comunque passare dal consiglio comunale e non è all’ordine del giorno della prima seduta utile fissata il 3 novembre.

Più informazioni su