Quantcast

I 100.000 euro per l’integrazione nel campo rom destinati ad un progetto semestrale per 20 minori, 6 donne e 4 famiglie

Sostegno educativo per i minori, di formazione e lavoro per le maggiorenni, 8.400 euro come contributo per i primi 6 mesi di affitto di un alloggio fuori dal campo rom

Più informazioni su

Delineate dalla giunta Mascaro le linee progettuali per la spesa dei 100.000 euro ottenuti dal Ministero dell’Interno per attuare azioni di integrazione sociale all’interno del campo rom di Scordovillo.

Se da un lato nella delibera si ammette che «le attività progettuali intraprese nel tempo sono risultate scarsamente incisive per la risoluzione delle molteplici e complesse problematiche correlate al campo rom», dall’altro si rimarca come «durante il percorso programmatorio finalizzato all’adozione del Piano di Zona, a seguito di espletamento di procedura ad evidenza pubblica, sono stati costituiti in maniera permanente dei tavoli di lavoro nell’ambito del sistema di welfare locale, con l’obiettivo precipuo di favorire la massima inclusione di tutti gli enti istituzionali e del terzo settore nei processi programmatori. Alla luce della complessità della situazione relativa al campo Rom Scordovillo e della conseguente necessità di effettuare, prima di programmare qualunque tipo di intervento sociale, una lettura dei bisogni il più possibile integrata e partecipativa, rispetto ad una problematica sociale di siffatta portata per la Città, si è proceduto a condividere le problematiche e le possibili azioni da intraprendere nei tavoli “adulti in difficoltà, contrasto alla povertà, integrazione sociale e immigrazione” e “minori, giovani, famiglie e politiche di genere”».

Il progetto complessivo, della durata di 6 mesi, coinvolgerà:

  • 20 minori per gli interventi relativi all’inclusione scolastica e rispettivi genitori, coi quali realizzare gli interventi di promozione del benessere psico-fisico;
  • 6 donne/giovani rom per i percorsi di orientamento professionale e accompagnamento al lavoro (previsti 15.500 euro per tirocini extracurriculari/di inclusione sociale e relativi oneri assicurativi );
  • 4 nuclei familiari per le azioni di sostegno abitativo (8.400 euro come contributo per i primi 6 mesi di affitto di un alloggio fuori dal campo rom).

La maggior parte del costo, 63.146,73, riguarderà il personale coinvolto (1 psicologo orientatore, 1 assistente sociale, 1 mediatore culturale, 3 educatori professionali, 2 operatori di strada), mentre sono ancora da delineare gli ambiti di spesa degli altri 400.000 euro per interventi di recupero ambientale.

Il finanziamento, ottenuto sotto l’ultima gestione commissariale, avrebbe dovuto avere tempi ristretti con progettazione entro fino ottobre ed avvio delle fasi entro fine anno. Entro il 31 dicembre si è ancora invece alla fase di impostazione.

Più informazioni su