Quantcast

Le priorità amministrative e l’aggiornamento del piano di riequilibrio nel Peg provvisorio approvato in giunta

Nel piano economico di gestione obiettivi e risorse che ogni settore avrà per quanto di propria competenza.

Più informazioni su

Con il termine per approvare il bilancio di previsione fissato al 31 marzo, casualmente stessa data della fine dello stato di emergenza nazionale al momento, primi atti programmatici per la giunta Mascaro per quanto riguarda gli strumenti economici 2022-2024.

Si parte dal piano economico di gestione, anche se provvisorio, dando così obiettivi ma anche ipotizzando le risorse che ogni settore avrà per quanto di propria competenza.

In ottica del nuovo piano delle performance comunale, spiega la delibera approvata oggi, «il Segretario generale, nel corso della Conferenza Dirigenti, convocata, diretta e tenutasi in data 11/1/2021, ha sottolineato l’importanza che, nelle more dell’approvazione del Documento Unico di Programmazione (DUP) per il triennio 2022/2024, del Bilancio di Previsione per il triennio 2022/2024 nonché del PEG 2022/2024, venga predisposto e approvato un PEG provvisorio in quanto occorre assicurare la continuità dell’attività amministrativa, che non deve subire né interruzioni, né momenti di flessione. Si tratta di un atto in cui, tra l’altro, vanno richiamati gli obiettivi trasversali e intersettoriali già assegnati nel PEG 2021/2023, che è necessario che gli Uffici continuino a perseguire senza alcuna soluzione di continuità né di interruzione o di sospensione», e cioè sul piano economico:

  • risanamento finanziario dell’Ente, che consiste nell’attuazione delle prescrizioni contenute Piano Pluriennale di riequilibrio e nei documenti di programmazione economico – finanziaria, recante azioni, iniziative e misure, che prevedono il coinvolgimento di tutti i settori;
  • attività di accertamento e riscossione delle entrate;
  • riduzione delle spese correnti, spese di funzionamento e gestione, organismi partecipati secondo l’obbiettivo della razionalizzazione delle stesse;
  • attivazione di adeguati strumenti di monitoraggio e controllo dell’andamento della gestione finanziaria da parte di tutti i centri di costo, in stretto coordinamento con il settore finanziario;
  • attuazione obiettivi gestionali e operativi già previsti nel Piano della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2021/2023.

Il documento poi entra nelle direttive anche di singoli settori, tra gestioni da dover affidare (verde pubblico, teatri, impianti sportivi, etc), interventi da attuare (fondi ministeriali vincolati per Scordovillo, agibilità impianti sportivi e culturali), adeguamenti ed aggiornamenti normativi (nuovi regolamenti, burocrazia comunale):

SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO E PERSONALE E UOA SEGRETERIA GENERALE:

  • aggiornare i regolamenti relativi al controllo di regolarità amministrativo contabile, controllo strategico, controllo di gestione, controllo sulle società partecipate non quotate, controllo sugli equilibri finanziari

SETTORE ECONOMICO-FINANZIARI:

  • attività istruttoria ai fini della predisposizione della rimodulazione del piano di riequilibrio, con la collaborazione di tutti gli uffici e dei servizi dell’ente interessati, entro il termine del 30 gennaio

SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO – RISORSE UMANE:

  • approvazione nuovo piano del fabbisogno di personale ed approvazione fondo delle risorse decentrate ed avvio della piattaforma Ccnd 2022

UOA TRANSIZIONE DIGITALE:

  • alla luce delle novità introdotte dal decreto semplificazioni, occorrerà attuare il completamento della informatizzazione dell’ente secondo le scadenze previste

SETTORE TECNICO – SETTORE SERVIZI ALLE PERSONE – SETTORE VIGILANZA E SICUREZZA URBANA:

  • procedere con gli adempimenti finalizzati all’implementazione del progetto in parola e alla relativa attuazione di interventi intersettoriali per le rispettive competenze in merito ai 500.000 euro ottenuti per la bonifica di parte esterna al campo rom di Scordovillo, installazione di telecamere agli ingressi ed avvio all’integrazione di alcuni residenti

SETTORE SERVIZI ALLE PERSONE:

  • approvazione del regolamento e istituzione dell’osservatorio permanente per l’inclusione scolastica “Antonio Saffioti” (attualmente al vaglio della commissione consiliare),
  • predisposizione piano sociale inerente il Pnrr relativo all’Ats del distretto lametino (linee di azione “autonomia degli anziani non autosufficienti”, “rafforzamento dei servizi sociali domiciliari per garantire la dimissione anticipata assistita e prevenire l’ospedalizzazione”, “percorsi di autonomia persone con disabilita”, “povertà estrema centro servizi”)

SETTORE VIGILANZA:

  • implementazione sistema videosorveglianza sul territorio

SETTORE GOVERNO DEL TERRITORIO:

  • riattivazione della procedura di approvazione del piano strutturale comunale,
  • realizzazione del geoportale comunale,
  • introduzione del “controllo a campione” delle pratiche edilizie/produttive (sue e suap) con autorizzazione a seguito di autocertificazione,
  • completa gestione digitale di tutte le pratiche edilizie/produttive, attraverso le piattaforme digitali regionali dedicate

SETTORE GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO COMUNALE:

  • affidamento gestione triennale dei teatri Grandinetti e Costabile tramite la centrale unica di committenza della città metropolitana di Reggio Calabria,
  • regolamento del “centro di documentazione e studi su Lamezia e il comprensorio lametino” quale sezione specializzata della sede centrale della biblioteca comunale “Oreste Borrello”,
  • aggiornamento tariffario e nuove gestioni degli stadi comunali “D’Ippolito”, “Renda” e “Riga”, e Palasparti” in scadenza a fine giugno,
  • classificazione impianti sportivi di interesse di quartiere privi di rilevanza economica (campetti) con relativo avviso pubblico per la concessione in gestione ed uso,
  • acquisizione agibilità di alcune strutture quali per esempio palestra Gatti, impianto sportivo Provenzano, palestra scuola agraria Savutano,
  • procedura di affidamento della gestione del verde pubblico presso la Cuc della città metropolitana di Reggio Calabria (il precedente affidamento è scaduto il 31 dicembre),
  • apertura al pubblico dei siti archeologici comunali (castello normanno svevo di Nicastro, mulino “Adele Bruno”, abbazia benedettina di Santa Maria di Sant’Eufemia, area archeologica di Terina) e creazione della rete dei siti culturali della città al fine della esternalizzazione della gestione

SETTORE AFFARI GENERALI:

  • completamento della informatizzazione dell’ente secondo le scadenze previste con implementazione dei servizi esterni di accesso al cittadino attraverso il portale istituzionale e l’adeguamento del protocollo informatico alla normativa vigente,
  • riorganizzazione e semplificazione dei procedimenti amministrativi per i servizi demografici stato civile, anagrafe e statistica ed elettorale,
  • rispetto delle normative e tempistiche su notifiche, riscossione e trasparenza degli atti amministrativi

SETTORE AVVOCATURA:

  • garantire costituzioni puntuali e un monitoraggio costante del contenzioso in essere,
  • riconoscimento di debiti fuori bilancio derivanti da sentenze esecutive con l’intendimento di ridurre i termini di istruzione e predisposizione dei provvedimenti da sottoporre al all’organo consiliare, previa acquisizione degli obbligatori pareri

Più informazioni su