Quantcast

“Vitale opportunità concessa alla comunità lametina che mai più dovrà piangere il sacrificio di suoi figli”

A nome dell’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme il sindaco Paolo Mascaro plaude all'iniziativa in ricordo dei coniugi Aversa

Più informazioni su

A nome dell’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme il sindaco Paolo Mascaro esprime «un grande plauso alle Segreterie Provinciali delle Organizzazioni Sindacali Siulp e Fsp Polizia di Stato per aver organizzato nella suggestiva cornice del Teatro Comunale Grandinetti l’importante manifestazione del “30° Anniversario dell’omicidio dei coniugi Aversa – Per non dimenticare”. Una mattinata ricca di emozione e commozione, arricchita dalla presenza di numerose autorità civili, religiose e militari, riunite tutte dal medesimo desiderio di far memoria e testimonianza di una sinergia finalizzata a liberare la Regione dall’onta di quella criminalità che quel 4 gennaio del ‘92 insanguinò le strade di Lamezia raggelando e straziando un’intera Comunità».

«Una cerimonia resa ancora più incisiva dalla presenza di numerosi studenti, destinatari ma anche necessari protagonisti della rivoluzione culturale alla quale siamo tutti chiamati ed alla quale non possiamo sottrarci» sostiene il primo cittadino, «la presenza di Walter e Paolo e del figlio di Giulia, che mai ha potuto conoscere quei nonni che tanto avrebbe amato, ha consentito a tutti i presenti di abbracciare virtualmente Lucia e Salvatore ed immaginarne dell’una il rassicurante sorriso e dell’altro lo sguardo fiero di chi combatte per il trionfo della legalità. Dal palcoscenico del teatro si è elevato unanime accorato appello ai più giovani affinché comprendano che solo perseguendo i propri doveri e credendo in una Calabria quale terra di bellezza umana e geografica, luogo per eccellenza di quegli uomini e donne che come i coniugi Aversa ne hanno amato ogni angolo, lottando per farne risplendere solo e soltanto le bellezze, potranno realizzare il riscatto di ciascuno di noi e quindi della Comunità intera».

Si conclude esprimendo così gratitudine «agli organizzatori ed a tutti coloro che hanno partecipato all’evento per la vitale opportunità concessa alla comunità lametina che mai più dovrà piangere il sacrificio di suoi figli. Non sarà importante la veste, e dunque se servire lo Stato, essere un buon padre di famiglia, uno studente appassionato, un panettiere dedito, ma unicamente che ogni comportamento possa trovare il suo paradigma nella giustizia, nella trasparenza, nella legalità, nella passione. Solo così rinascerà la Calabria, solo così continueremo ad onorare Lucia e Salvatore».

Più informazioni su