Quantcast

Riprende la discussione sul Psc in commissione consiliare, pochi passi in avanti per aprire altri impianti sportivi

Fondi già ottenuti per Renda, Riga e Palasparti ad oggi già aperti. Per le attività di fine estate si ci candida al bando regionale

Più informazioni su

Pochi passi in avanti certi questa mattina in quarta commissione consiliare per quanto riguarda l’aumento di strutture sportive lametine attualmente chiuse da rendere agibili per la prossima stagione sportiva.

Al dirigente Califano è stato chiesto di fare un quadro della situazione generale sui finanziamenti richiesti ed ottenuti in merito agli impianti sportivi. Sul Pnrr dei 3 cluster iniziali si è potuto concorrere solo per 2, essendo il terzo limitato ad una sola proposta a livello nazionale per ogni federazione. Dal Comune si è contatta ognuna delle federazioni sportive che hanno realtà esistenti a Lamezia Terme, ma senza riscontri positivi.

Candidati il “Gianni Renda” ed il “Rocco Riga” per gli interventi agli impianti sportivi finanziabili dal Pnrr

Per quanto riguarda gli altri 2 cluster si sono avanzati gli interventi di riqualificazione di “Gianni Renda” e “Rocco Riga”, che comporterebbe poi il miglioramento delle tribune oltre all’adeguamento per l’atletica per quanto riguarda l’impianto di via Savutano. Al momento era necessario presentare solo delle schede generiche, mentre la progettazione vera e propria arriverà dopo, mentre per entrambe le strutture il bando di affidamento della gestione quinquennale atteso per giugno non prevedrà contributi comunali ma richiederà invece interventi migliorativi alla società che otterrà il servizio.

Non ci sono passi in avanti per quanto riguarda il Palasavutano ed il campo in terra battuta a Fronti, mentre il Palasparti ha già un finanziamento ottenuto ma interventi ancora da illustrare nello specifico. Non giungono aggiornamenti incoraggianti neanche per quanto riguarda il Palagatti, con il tentativo di adeguare la documentazione presentata non andato a buon fine (per completare l’accatastamento ed i vari adeguamenti normativi serve la piena proprietà che ancora non è accertata dai passaggi a ritroso, problema esistente anche per il “Remo Provenzano”), mentre in una delle prossime sedute di commissione dovrebbero arrivare le tariffe per gli impianti di interesse di quartiere la cui gestione sarà messa a bando entro l’estate.

In tema di bella stagione l’assessore Luisa Vaccaro ha annunciato l’intenzione dell’amministrazione di partecipare al bando regionale per le attività di animazione estiva, che però potrà prevedere eventi solo nel periodo dopo il 20 agosto con un unico calendario di circa una settimana ed un costo complessivo non sopra i 50.000 euro. Lo scopo dell’avviso dovrebbe essere quello di aumentare l’afflusso turistico, e per tale ragione oltre che il lungomare Falcone-Borsellino altre attività potrebbero essere collegate lungo il territorio.

A seguire nuova seduta di quinta commissione sul Psc, con già esaminate 6 delle 197 osservazioni che dovranno arrivare in consiglio comunale per la discussione presumibilmente dopo l’estate.

Più informazioni su