Il recital di Mauro Nigro su Bruce Springsteen giovedì a Lamezia Terme

Storie e canzoni, musica e parole per un’intensa indagine sul potere salvifico della musica

Più informazioni su

Pochi artisti, nella storia della pop music, sono stati in grado di creare un forte senso di empatia con l’ascoltatore come Bruce Springsteen, un archetipo americano capace di legare il rock’n’roll e il folk, Elvis e quella coscienza sociale incarnata dal Greenwich Village, da Woody Guthrie a Bob Dylan. Ma anche il New Jersey e la vita in un comune del cosentino di 35.000 abitanti.

La vita di Mauro Nigro, regista, D.O.P., videomaker e cantautore legato dunque a doppio filo alla poetica di Springsteen, dall’epica cinematica e l’apologia della fuga di Born To Run all’impietoso confronto con l’età adulta di Darkness On The Edge Of Town e The River, passando per la fine dell’american dream di Nebraska, i cui fantasmi continuano ad aleggiare, seppur ben nascosti, sul bestseller Born In The U.S.A.

Ma sono solo alcune delle tappe cruciali raccontate da Nigro in “Nato in una città di morti – Io & Bruce Springsteen”, recital dall’impronta semi-autobiografica che giovedì, alle 22, sarà presentato al Vinyl Live Club di Lamezia Terme.

Storie e canzoni, musica e parole per un’intensa indagine sul potere salvifico della musica. Quella di Bruce Springsteen, ovviamente. Ingresso gratuito. Obbligatori green pass rafforzato e mascherine Ffp2 nel rispetto delle nuove normative anti-Covid19.

Più informazioni su