Mercoledi, 23 gennaio 2019 ore 16:27  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
ARTE E CULTURA

Trame7 lancia le proprie linee programmatiche dal salone del libro di Torino

Dal 21 al 25 giugno i libri, gli autori, il teatro si incroceranno in un confronto tra scenari italiani ed europei

Trame7-lancia-le-proprie-linee-programmatiche-dal-salone-del-libro-di-Torino
Domenica 21 Maggio 2017 - 14:35

Come per le edizioni precedenti, anche la settimana di Trame si svolgerà a Lamezia Terme, ed anche per questa la prima presentazione ufficiale avviene ben lontano dalla città della piana, la quale si troverà poi successivamente al centro di una qualche conferenza stampa di ribattuta in prossimità dell'evento che si terrà dal 21 al 25 giugno.
Il festival di libri sulle mafie è stato così presentato ieri a Torino, per il 30° Salone Internazionale del Libro, in un incontro presenziato da Gaetano Savatteri, direttore artistico di Trame Festival, Armando Caputo, presidente Fondazione Trame, Mario Oliverio, presidente della Regione Calabria e Massimo Bray, presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura e direttore Enciclopedia Treccani.
Nell'incontro sono state lanciate alcune delle linee del festival, che ruoterà intorno alle parole: “Io non ho paura”. I libri, gli autori, il teatro si incroceranno in un confronto tra scenari italiani ed europei, come la strage di Duisburg e il riciclaggio internazionale di denaro. 
«Sono felice che Trame, un festival al quale sono particolarmente legato sia presente al Salone del Libro di Torino», ha dichiarato Massimo Bray, «perché come questo Salone anche Trame è un’impresa portata avanti tra molte difficoltà, ma con la medesima passione e lo stesso entusiasmo. E gli auguro anche per questa edizione, un grande successo».
Il presidente della Regione, Mario Oliverio, ha concluso l’incontro con il suo intervento: «Bisogna parlare di mafia, bisogna discuterne e affrontare il tema proprio nei luoghi in cui questi fenomeni hanno le loro radici, proprio come fa Trame. Questo festival, giunto alla sua settima edizione ha messo i piedi nel piatto, riuscendo a coinvolgere le nuove generazioni, secondo un progetto non episodico, ma stabile e duraturo. È un’iniziativa importante che si muove nella giusta direzione». 




ULTIMISSIME