Venerdi, 21 settembre 2018 ore 15:26  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

La Direzione Provinciale del Pd di Catanzaro chiede la candidatura in Calabria di Minniti

Si chiedono candidati che siano personalità espressione diretta del partito e del territorio provinciale ma anche di esperienze e competenze che abbiano come riferimento la proposta politica del Partito Democratico

La-Direzione-Provinciale-del-Pd-di-Catanzaro-chiede-la-candidatura-in-Calabria-di-Minniti
Giovedì 11 Gennaio 2018 - 11:50

La Direzione Provinciale del Pd di Catanzaro ha approvato all’unanimità la relazione del segretario Gianluca Cuda, ed impegna tutte le sue organizzazioni territoriali, gli iscritti, i militanti, i circoli della provincia,  i sindaci, gli amministratori locali e tutti i componenti l’assemblea provinciale, a dare avvio alla campagna elettorale per il rinnovo del parlamento nelle elezioni del prossimo 4 Marzo.
«Un appuntamento importante, i cui esiti saranno decisivi per la sorte del paese al fine di continuare sulla strada del risanamento economico e della crescita economica, della lotta senza quartiere alla povertà e  alla precarietà, per un Italia ed un meridione più giusto, più integrato con il resto del Paese, ed affrancato dalla criminalità organizzata, per come sta dimostrando efficacemente l’azione di governo del nostro ministro degli interni Marco Minniti», spiega la nota della direzione provinciale chiedendo «la candidatura in Calabria del Ministro degli Interni Marco Minniti che contribuirà con la sua presenza a mobilitare il Pd calabrese e catanzarese a spendersi con convinzione e senza riserve nella campagna elettorale. Con la convocazione della direzione provinciale si ristabilisce inoltre un metodo di collegialità, di partecipazione democratica e di indirizzo di direzione politica per tutti gli appuntamenti importanti per la vita democratica del partito che rappresentano un fatto nuovo per il Pd provinciale».
Si lamenta che «la rappresentanza politica istituzionale uscente, in parte neanche espressione del territorio, ha scelto nel corso della legislatura di cambiare casacca, incoerentemente con il mandato elettorale ricevuto, lasciando sprovvisto il territorio ed il partito di una rappresentanza istituzionale importante. Pertanto, onde evitare di ripetere i medesimi errori del passato, la Direzione Provinciale approva la scelta di merito di indicare, nella compilazione delle liste delle candidature alla Camera dei deputati ed al Senato della Repubblica, sia nella quota uninominale che in quella proporzionale, personalità che siano espressione diretta del partito e del territorio provinciale ma anche di esperienze e competenze che abbiano come riferimento la proposta politica del Partito Democratico».      




ULTIMISSIME