Domenica, 23 settembre 2018 ore 10:21  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
SCUOLA E UNIVERSITA'

Entro il 13 aprile si potrà presentare domanda per le borse di studio anno scolastico 2017/18

Contributi a sostegno della spesa delle famiglie per l’istruzione tra i 78 ed i 128 euro

Entro-il-13-aprile-si-potr-presentare-domanda-per-le-borse-di-studio-anno-scolastico-201718
Venerdì 23 Febbraio 2018 - 14:25

Entro il 13 aprile dovrà essere presentata alle scuole di appartenenza e frequenza dello studente la domanda per l'assegnazione di contributi (borse di studio) a sostegno della spesa delle famiglie per l’istruzione per l’anno scolastico 2017/2018.
Da bando regionale possono presentare richiesta per l’accesso al beneficio dell’assegnazione della borsa di studio gli alunni calabresi, iscritti e frequentanti scuole statali e paritarie, nell’adempimento dell’obbligo scolastico (Scuole Primarie e scuole secondarie di I grado) e nella frequenza delle scuole secondarie di II grado, aventi sede in Calabria, i quali appartengono a famiglie la cui situazione economica equivalente (ISEE) è di 10.633 euro (limite di reddito ISEE fissato per l’ammissibilità della domanda) per qualsiasi composizione di nucleo familiare (Dlg 109/98). Il contributo si assegna ai richiedenti rientranti nella graduatoria e solo in base al reddito ISEE del nucleo familiare e non per merito scolastico dello studente.
Il fondo complessivo è pari a 6.218.659,14 euro, con per gli alunni frequentanti la scuola dell’obbligo (scuole primarie e scuole secondarie di I grado) un importo massimo concedibile di 78 euro, per gli alunni frequentanti della scuola di II grado (classi dalla prima alla quinta) di 128 euro.
Per gli alunni disabili frequentanti la scuola dell’obbligo o la scuola superiore, che non possono usufruire del trasporto pubblico, o per altri servizi, verrà riconosciuta una quota aggiuntiva di 40 euro, ma gli importi delle borse di studio da assegnare a tutti gli aventi diritto potranno variare in aumento o in diminuzione in sede di graduatoria finale, in rapporto al numero totale degli ammessi al beneficio e alle risorse finanziarie disponibili.

Le spese ammissibili (il tetto minimo è di 51,65 euro) devono ritenersi quelle relative a:

  • iscrizione (limitatamente ai contributi versati alla scuola attraverso conto corrente postale o bancario)
  • frequenza (rette per: Scuole paritarie, Convitti annessi ad Istituti Statali, Convitti gestiti direttamente o in convenzione dalla Scuola o dall’Ente locale)
  • acquisto di libri di testo, dizionari, atlanti e altre pubblicazioni richieste dalla scuola laddove non si sia utilizzato il beneficio per la fornitura dei libri di testo da parte della Scuola o del Comune
  • assicurazione per la frequenza alla scuola
  • materiali e attrezzature personali richiesti dalla scuola per attività didattiche particolari (squadrette, righelli, compassi ecc.)
  • trasporto con mezzi pubblici (scuolabus, automezzi di linea, treno)
  • mensa
  • sussidi didattici speciali per alunni disabili

Entro il 21 maggio le scuole dovranno trasmettere le graduatorie al Comune, il quale entro il 2 luglio dovrà inviare alla Regione tutta la documentazione. Successivamente la stessa dovrà emettere un decreto di liquidazione (entro il 30 settembre), ed accreditare le somme al Comune entro dicembre, con l'amministrazione comunale che avrà 15 giorni per erogare i contributi alle scuole e ai beneficiari.

IL BANDO E LA MODULISTICA




ULTIMISSIME
Un nuovo attaccante in casa Fronti
Sabato 22 Settembre 2018