Martedi, 20 novembre 2018 ore 22:28  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
INPROVINCIA

Si è svolta domenica la quinta edizione della Festa dell’Integrazione

Tradizionale appuntamento estivo a San Pietro Apostolo.

Si-svolta-domenica-la-quinta-edizione-della-Festa-dellIntegrazione
Martedì 14 Agosto 2018 - 13:23

Si è svolta domenica la quinta edizione della “Festa dell’Integrazione”, tradizionale appuntamento estivo a San Pietro Apostolo.
La manifestazione, organizzata dall’Associazione “Carità e Amore” – S.P.R.A.R. Centro Myriam, unitamente al Comune di San Pietro Apostolo ha visto quest’anno la partecipazione del C.A.S. “Nausica” di San Pietro Apostolo e del C.A.S. “Gioacchino Da Fiore” di Carlopoli. Una rete di accoglienza consolidata nel tempo attraverso la stretta collaborazione tra i progetti S.P.R.A.R. e C.A.S. che da anni accolgono i migranti favorendone l’integrazione e l’inserimento sociale nei comuni di San Pietro Apostolo e Carlopoli.
Durante il convegno, che si è svolto nel pomeriggio nella sala convegni comunale “Domenicantonio De Santis”, il Presidente dell’Associazione “Carità e Amore” Rosa Mazza, ha sottolineato proprio questa peculiarità che accomuna i due comuni, probabilmente unici nell’ambito provinciale, ad aver attivato sul proprio territorio entrambi i progetti di accoglienza ed integrazione, sia attraverso la rete ministeriale S.P.R.A.R. che per mezzo dei fondi della Prefettura C.A.S., a dimostrazione di quanto entrambe le Amministrazioni Comunali, guidate dai Sindaci Raffaele De Santis e Mario Talarico, abbiano inteso nel corso degli anni veicolare il proprio impegno non solo in una mera accoglienza dei migranti e richiedenti asilo, ma anche e soprattutto nel coordinamento delle risorse volte a favorirne l’integrazione.
L’importanza dei progetti legati all’accoglienza dei migranti, anche in termini di opportunità lavorative e di indotto di risorse socio-economiche, è stato al centro dell’intervento del consigliere comunale Giuseppe Sirianni, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale.
Al convegno, moderato da Franco Zaffino, importanti sono stati i contributi di Veruska Pingitore responsabile dell’ufficio Minori della Questura di Catanzaro, e di Mario Talarico in qualità di referente del Coordinamento Provinciale S.P.R.A.R. che hanno affrontato gli argomenti legati all’accoglienza ed all’integrazione sottolineando, tra l’altro, le positive esperienze legate ai territori coinvolti e l’importanza del consolidamento della rete territoriale che coinvolga istituzioni ed associazioni.
Il dibattito é stato seguito dalla presentazione del libro "Una vita per tre" del giovane autore Fabrizio Massimilla, nel quale viene affrontato il tema dell'integrazione sociale e delle difficoltà che essa  incontra nella società in seguito ai numerosi pregiudizi di natura etnica e culturale. Lo scrittore, appena 22enne, ha offerto inoltre un'ampia riflessione sul ruolo della politica, da intendersi come servizio per risolvere i problemi della comunità e non solo come mestiere, sottolineando le difficoltà che le istituzioni italiane riscontrano nella gestione del fenomeno migratorio. Successivamente dalla consegna di una targa ai familiari dello stimato ed amato medico Piero Mazza, originario di San Pietro Apostolo, che nel corso della sua vita professionale ha svolto con impegno la propria professione  anche presso la Casa Protetta dell’Associazione “Carità e Amore” e presso lo S.P.R.A.R. “Centro Myriam” di San Pietro Apostolo.
Al termine del Convegno, la serata è stata animata dal concerto musicale degli “Arangara”, con il loro repertorio di musica etno-rock-autoriale svoltosi nella centrale piazza Marconi gremita da centinaia di persone che hanno potuto allietare anche il proprio palato con le degustazioni dei prodotti etnici preparati dalle donne accolte nei progetti di integrazione e dalle prelibatezze tradizionali del territorio locale preparate dalle giovani donne della Cooperativa “Don Bosco”.




ULTIMISSIME