Martedi, 11 dicembre 2018 ore 14:42  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
CRONACA

Omicidio Pagliuso, indagati anche due avvocati lametini

Nella settimana scorsa sono stati notificati due provvedimenti 415 bis 

Omicidio-Pagliuso-indagati-anche-due-avvocati-lametini
Giovedì 27 Settembre 2018 - 13:5

di Giulia Zampina e Antonio Capria

Nella settimana scorsa sono stati notificati due provvedimenti 415 bis (conclusione indagini) a due noti avvocati lametini, colleghi di Francesco Pagliuso (il nome di uno di loro era già presente nel provevdimento che ha portato all'arresto di Marco Gallo quale esecutore materiale del delitto), il giovane penalista assassinato sotto casa sua la notte del 9 agosto 2016. Le due persone sono ritenute in qualche modo coinvolte dagli investigatori nella vicenda che ha portato all'agguato mortale dell'avvocato Francesco Pagliuso. 

aggiornamento 18

È stato notificato nell’ambito delle indagini sull’omicidio dell’avvocato Pagliuso l’avviso di conclusioni indagini a due avvocati del Foro di Lamezia, soci in uno studio legale.
La DDA - riporta l'Ansa - contesta ai due professionisti i presunti reati di favoreggiamento e minacce. Reati che sarebbero stati accettati appunto nell'ambito delle indagini sull'omicidio dell'avvocato Francesco Pagliuso, ucciso il 9 agosto del 2016 a Lamezia. I fatti per i quali i due professionisti sono indagati non hanno attinenza materialmente col delitto Pagliuso. Per l'omicidio di quest'ultimo e' stato arrestato Marco Gallo, un insospettabile 32enne lametino titolare di una societa' di consulenze che, per l'accusa, sarebbe un sicario a pagamento. Uno dei due avvocati indagati, e' accusato di avere favorito la latitanza di Daniele Scalise, un imprenditore ucciso all'eta' di 30 anni, il 21 dicembre 2014 a Soveria Mannelli, centro nelle vicinanze di Lamezia.




ULTIMISSIME