Martedi, 20 novembre 2018 ore 16:57  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
POLITICA

La Lega lamenta la situazione di incuria in cui versa un tratto del torrente Cantagalli

Si va dalla fitta vegetazione ai tanti tantissimi rifiuti lasciati sul letto del torrente, al problema igienico sanitario e ai cattivi odori che si possono sentire ma soprattutto dalla mancanza di argini al torrente

La-Lega-lamenta-la-situazione-di-incuria-in-cui-versa-un-tratto-del-torrente-Cantagalli
Mercoledì 07 Novembre 2018 - 12:40

Per la Lega giovani Lamezia, il segretario provinciale Angelo Greco torna a puntare l'attenzione su Giustiniano Porchio, Via delle rose, e Via Vincenzo Bilotta riguardo la situazione di incuria in cui versa il torrente Cantagalli. 
«Durante il sopralluogo i cittadini hanno tenuto a farci notare la grave situazione di abbandono totale in cui versa il torrente, dalla fitta vegetazione ai tanti tantissimi rifiuti lasciati sul letto del torrente, al problema igienico sanitario e ai cattivi odori che si possono sentire ma soprattutto dalla mancanza di argini al torrente che costituisce un grave problema di sicurezza per i cittadini che abitano in queste zone. La situazione che abbiamo potuto riscontrare parlando e dialogando con i residenti  ci vede impegnati  in prima linea- afferma Greco Angelo- poiché tale situazione visto il pervenire delle forti piogge che ha messo in ginocchio la nostra città è inaccettabile constatare questo grave stato di abbandono nel quale versa la nostra abbandonata  a se stessa senza che vi siano in cantiere  politiche  e progetti di prevenzione, pulizia e di messa in sicurezza dei torrenti anche come già verificatosi dopo le abbondanti  piogge di questi giorni e con il prospettarsi della stagione invernale, che metterà a dura prova i nostri cittadini, visto che la situazione non è assolutamente cambiata».
Quindi si chiede un intervento alla Regione, in una situazione in cui i vari enti si trovano senza soldi e rimbalzi di responsabilità.




ULTIMISSIME