Mercoledi, 21 agosto 2019 ore 03:03  feed rss  facebook  twitter
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
Lameziainforma.it
SPORT

«Resistere e resistere sempre lo dico alla Royal e a tutta Lamezia, nulla fermerà comunque il futuro di questa terra»

Il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, l’avvocato Paolo Mascaro ex sindaco di Lamezia ed il presidente Nicola Mazzocca, hanno discusso di Royal, impianti sportivi e vicende relative alla città di Lamezia Terme

Resistere-e-resistere-sempre-lo-dico-alla-Royal-e-a-tutta-Lamezia-nulla-fermer-comunque-il-futuro-di-questa-terra
Sabato 09 Febbraio 2019 - 20:52

Spunti e riflessioni venerdì sera nel consueto appuntamento social-televisivo Royal&Friends, bisettimanale approfondimento sull’universo Royal Team Lamezia a cura dell’ufficio stampa, presso la Golden Caffè di Lamezia Terme. Con un parterre de roi di tutto rispetto, quali il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, l’avvocato Paolo Mascaro ex sindaco di Lamezia ed il presidente Nicola Mazzocca, si è discusso di Royal, impianti sportivi e vicende relative alla città di Lamezia Terme. Sullo sfondo la chiusura del PalaSparti che ad oggi dura da 409 giorni nonostante i lavori richiesti per rinnovare il certificato prevenzione antincendi siano già stati eseguiti, ma da luglio con porte chiuse non solo al pubblico ma anche per tutti gli atleti.
Solano ammette che «ad essere sinceri non conoscevo neanche questa bellissima realtà della Royal Team Lamezia. E così il presidente Mazzocca, ma quando mi arrivò la richiesta di aiuto chiamai subito i gestori del PalaMaiata, dando piena disponibilità. Qui non c’entra il discorso che Lamezia si trova nella provincia di Catanzaro, ma una realtà come la Royal dà onore e lustro non solo alla provincia catanzarese ma anche a quella di Vibo ed alla Calabria intera. Sarò sempre disponibile per qualunque realtà sportiva, compatibilmente con le nostre strutture, ma bisogna essere orgogliosi di rappresentare il territorio lametino, magari cercando di allargare l’orizzonte ed essere volano di sviluppo del territorio a livello di immagine». 
Anche Mascaro plaude all’apertura di Vibo: «conoscevo già il presidente Solano e non dubitavo assolutamente che potesse spalancare le porte alla Royal, ricordando che gioca nella categoria nazionale più importante. Plaudo a Mazzocca per i tanti sacrifici nel giocare sempre in trasferta e perché la voglia di gettare la spugna immagino sia tanta, al pari di altri suoi colleghi e come avvenuto per il basket. Purtroppo chi non si è mai avvicinato allo sport non capisce l’importanza sociale e non della pratica sportiva. Magari pensa che dietro ci siano speculazioni o altro, ed invece è pura passione, e gli impianti chiusi fanno palesare quelli che sono i risultati su questo territorio». 
Lo stesso presidente della provincia di Vibo Valentia non nasconde che «l’impiantisca è un problema: ciò perché le strutture o vengono gestite male o costa troppo per gestirle. Lo sport è importante e bisogna favorirne la pratica a titolo gratuito. Io mi batto per questo, perché la cosa importante è poter far fare sport a chi non ha la possibilità economica di farlo. E ciò deve capirlo anche la Regione, magari nel promuovere progetti per i più piccoli, per i quali mi sto muovendo da tempo. Ribadisco il mio aiuto alla Royal, e sono onorato nel farlo, rafforzando questa realtà investendo sul territorio in modo che le ragazze che amano questo sport si avvicinino. E’ sbagliato affidare lo sport solo a chi ha le risorse per farlo, piuttosto bisogna investire sul territorio e quindi nelle giovanili».
Quindi il presidente Mazzocca alquanto contento della presenza dei due esponenti amici della Royal: «sono orgoglioso nel vedere accanto due persone così disponibili verso la Royal e lo sport. Non finirò mai di ringraziare abbastanza il presidente Solano per la disponibilità che ci ha dato, sinceramente senza il suo aiuto avremmo forse già ritirato la squadra. Avevo pure pensato di togliere il nome Lamezia a Royal Team. L’aiuto di Solano invece ci ha dato la spinta per andare avanti e concludere la stagione nel migliore dei modi. A Vibo tra l’altro finora non abbiamo perso una gara per cui il presidente Solano sa che non potrà più mancare alle nostre gare interne». 
Sulla questione PalaSparti l'ex sindacao Mascaro ripercorre tutto l’iter dei lavori fin dal marzo 2017 in occasione delle Final Eight (per il cui svolgimento ora risulta però indagato), parlando anche dei finanziamenti del credito sportivo (1.500.000 euro per adeguare Palasparti e dotare di manto sintentico il D'Ippolito, persi per mancato invio della documentazione richiesta da Roma da parte della terna commissariale). «Leggo dai giornali e sono disorientato – aggiunge l'ex primo cittadino - perché sul PalaSparti un giorno si dice una cosa e quello dopo il contrario. Credo che alla fine ci si sia impantanati sul pulsante del, oserei dire, grande impianto fotovoltaico, perché non capisco come si sia potuto farlo da parte di un Comune su una struttura con uno scambio di elettricità quando quella struttura non è aperta quando c’è il sole». 
Sulle polemiche in merito alla gestione commissariale, aumentate con l'andare del tempo anche su aspetti noti come la presenza part time di 2/3 della terna nominata, Mascaro constata che «ho letto dichiarazioni ottimistiche di vari politici, credendo magari alle rassicurazioni dei Commissari, vedo invece che 15 mesi dopo tutto è come prima e la città è sempre più morente. Non possiamo fare morire la socialità di un territorio in attesa che si ponga rimedio. Piuttosto sempre pensando alla sicurezza, cosa che ho sempre fatto, bisogna riaprire le porte di queste strutture, perché al di là per esempio degli stadi di Serie B e C, altrove i criteri di sicurezza non sono mai rispettati e ne sono testimone ogni domenica quando seguo la Vigor fuori casa sui campi di Promozione. Resistere e resistere sempre lo dico alla Royal e a tutta Lamezia, nulla fermerà comunque il futuro di questa terra». 
Sul piano sportivo la Royal giocherà martedì 12 febbraio alle 21 a Sarcedo contro il Breganze,  con Mazzocca a concludere su possibili novità per le retrocessioni: «dal primo comunicato della Divisione le retrocessioni sarebbero state 4 più una dai play out. Ora però che la Serie B non si farà più mi aspetto che ci sia una novità anche per le retrocessioni in A2. Comunque sia noi non molleremo di un centimetro e cercheremo di costruire la salvezza nel nostro fortino del PalaMaiata con 2 vittorie ed un pari. Aiuti? Giocare sempre fuori, anche per gli allenamenti, ci ha fatto aumentare il budget iniziale, ma confidiamo ancora nell’aiuto di Lamezia e chissà ora anche di Vibo»




ULTIMISSIME